Donne informate sui fatti

marzo 24, 2009 in Spettacoli da Gabriella Grea

Donne informate sui fatti, anzi, sul fatto, l’omicidio di Milena.

Gli interrogatori si susseguono, le luci del commissariato diventano i riflettori del palcoscenico del sabba infernale inscenato da 8 donne in cerca di amore, notorietà e persino di bigotta redenzione!

Ognuna a modo suo, con gli strumenti offerti dalla propria estrazione sociale, manifesta una profonda inadeguatezza alla vita. Con tono leggero e ironico queste figure femminili che mancano di orgoglio, di autostima, ben lontane dalle figure matriarcali che hanno contribuito alla Storia, raccontano il dramma della giovane uccisa, descrivendo in tralice il loro rapporto di odio e amore con il genere maschile.

Già il maschio. L’unico esponente dell’altro sesso ammesso sulla scena è il coniglietto Nerino.

Noi donne, isteriche erinni o volitive sirene, dividiamo l’affresco della vita con questi maschi grufolanti, beati e gigioni, un po’conigli, attirati oggi come… ieri dalla mela del peccato, dal pomo della discordia, originale arma del delitto!

Un plauso alla scenografia, affidata al diverso registro recitativo delle attrici, alla loro presenza scenica. Le otto donne informate, “la bidella, la barista, la carabiniera, la volontaria, la giornalista, la figlia, la migliore amica e la vecchia contessa”, non sbagliano una sola frase, una sola parola: l’atlante linguistico tracciato dalle loro voci ci insegna un pezzo di società italo-torinese, sgangherata e infetta sotto le apparenze per bene.

Patrizia Zappa Mulas è perfetta nel ruolo della figlia con il complesso di Elettra irrisolto, superficiale ed infelice, mentre Daniela Poggi ci offre una splendida amica-confidente, abile burattinaia di una tribù sgangherata, cinicamente lucida nel suo delirio. Tiziana Catalano e Luisa Tamietto non deludono mai. Una volta in più testimoniano la loro bravura, gianburrasca vulcaniche che strappano applausi a scena aperta!

di Carlo Fruttero

con Romina Mondello, Daniela Poggi, Patrizia Zappa Mulas, Tiziana Catalano, Maria Alberta Navello, Luisella Tamietto, Erika Urban

la voce de “La vecchia contessa” è di Franca Valeri

regia Beppe Navello

FONDAZIONE TEATRO PIEMONTE EUROPA

IL CONTATO / TEATRO GIACOSA DI IVREA

CAVALLERIZZA REALE – MANEGGIO

(Via Giuseppe Verdi 9, Torino)

ore 21.00

(mercoledì ore 19.00, domenica ore 16.00)

Biglietti

Intero 13 €

Ridotto 10 €

Ridotto di legge, under 18, over 60, studenti, Tessera Abbonamento Musei, associazioni e Cral convenzionati

Ridotto speciale 8 €

Under 14, abbonati alla stagione teatrale “Cantiere Rettilario” e alla “Casa del Teatro Ragazzi e Giovani”

Happy hour teatrale (spettacoli ore 19) 8 €

Promozione biglietto on-line 10 €

Biglietteria

CAVALLERIZZA REALE – Via Giuseppe Verdi 9, Torino

dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 19.00 – tel. 011 5634352

Punto vendita

INFOPIEMONTE – Piazza Castello 165 (ingresso via Garibaldi), Torino

tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00

Le prenotazioni devono essere ritirate entro 24 ore prima dell’inizio dello spettacolo scelto

Apertura biglietteria degli spettacoli

a partire da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli presso la

CAVALLERIZZA REALE – Via Giuseppe Verdi 9, Torino

Vendita biglietti on-line

www.fondazionetpe.it

di gabriella grea