Divieto di accesso

novembre 5, 2002 in Spettacoli da Stefania Martini

32372Lo spettacolo che il Teatro Juvarra propone questa settimana è un’opera ideata, scritta, diretta ed interpretata da Aldo Corcelli, giovane autore e attore forgiatosi al Centro di Formazione Teatrale diretto dal regista Massimo Scaglione, che è stata la prima scuola di recitazione fondata a Torino.

Da diversi anni Corcelli opera a Milano, nella Compagnia di Milla Sannoner e dalla loro collaborazione è nato il progetto A.L.I.A.C.L., un’associazione culturale che si pone come obiettivo quello di rappresentare opere di autori contemporanei ed emergenti.

Divieto di accesso è uno spettacolo che si inserisce perfettamente in questo filone: tutti gli elementi che lo compongono sono opera originale di giovani artisti; dalle coreografie curate da Caterina Mochi Sismondi, alle scene di Giuseppe Massineo, passando attraverso le musiche originali di Chris Blanden, le luci di Antonio Stallone e l’audio di Michele La Sala, fino ai costumi di Zizù.

Sul palcoscenico, lo stesso Corcelli è accompagnato da Milla Sannoner (attrice di teatro, cinema e televisione che, come direttrice artistica dell’Associazione Teatrale Agorà, si è adoperata per portare in scena negli anni passati testi poco frequentati, come “Francesca da Rimini” e “La città morta” di D’Annunzio, “Cecè” di Pirandello o “L’Orso” di Cecov).

I due protagonisti principali sono affiancati da Francesco Falbo e Luisa Caffo.

Lo stesso autore descrive in modo molto criptico lo spettacolo:<Divieto di Accesso è un thriller in cui la parola ha una funzione narrativa e la mente è un luogo di frontiera.>

Ciò che Aldo Corcelli lascia trapelare della trama della sua opera è che la vicenda ruota attorno ad un uomo affetto da schizofrenia, il quale è protagonista e vittima inconsapevole di violente allucinazioni che lo colpiscono all’improvviso. Tutta l’azione si svolge in un indefinito paesaggio onirico, rappresentato da una scenografia composta esclusivamente da palloncini colorati.

Divieto di Accesso

Dal 6 al 9 Novembre, ore 20.45.

Teatro Juvarra, via Juvarra 15 – Torino.

Tel. 011/ 540675 – Fax 011/5175084

di Stefania Martini