Concerto per Arthur Rimbaud

marzo 15, 2013 in Cinema, Net Journal, Primo Piano, Spettacoli da Redazione

Mercoledi 20 marzo alle 20.45 al cinema Teatro Gobetti presso Via Martiri della Libertà, 17 di San Mauro Torinese (To) si terrà una serata di teatro-cinema in compagnia di Anna cuculo e Matteo Negrin che daranno luogo a una commistione tra teatro e musica.

Concerto per Arthur Rimbaud è uno spettacolo in due tempi caratterizzato da un primo tempo in cui l’attrice Anna Cuculo recita alcuni testi tratti da “Una stagione all’inferno” di A. Rimbaud accompagnata dalla musica dal vivo di Matteo Negrin, dando vita così ad un solo corpo di suoni armonici o contrastanti di scena in scena; nel secondo tempo viene proiettato il filmPoeti dall’inferno” (Total eclipse) di Agnieszka Holland con Leonardo DiCaprio e David Thewlis.

PRIMO TEMPO

Concerto voce e musica con Anna Cuculo e Matteo Negrin (Testo tratto da “Une saison en enfer” di Arthur Rimbaud)
Centoquaranta anni fa, quando Arthur Rimbaud aveva 19 anni, nella campagna francese, ‘dove non succedeva niente per poter scrivere storie particolari’, come lui stesso scrisse, uscì dalla sua penna Una stagione all’inferno, capolavoro di pensiero e di letteratura. L’inferno di cui ci parla Rimbaud è quello terreno dell’Occidente, è la sua vita stessa, in una meravigliosa frammistione di fisicità e spiritualità. Oltre all’immenso apporto alla letteratura dell’Ottocento, Rimbaud ci guida in una moderna visione ‘materiale’ della vita.
La musica dal vivo di Matteo Negrin, di stile volutamente eterogeneo, si fonde sul palco con le parole del testo per dar vita a un solo corpo di suoni armonici o contrastanti di scena in scena.

SECONDO TEMPO

Proiezione del filmPoeti dall’inferno” “Total eclipse”, di Agnieszka Holland con Leonardo DiCaprio e David Thewlis.
Si rievoca il triennio (1871-73) dell’amicizia tra i poeti francesi Arthur Rimbaud (1854-91) e Paul Verlaine (1844-96) che, almeno da parte del secondo, fu una vera passione omosessuale. Il poeta Paul Verlaine invita nella sua casa lo squattrinato Arthur Rimbaud, scrittore non affermato ma pieno di desiderio di conoscere la vera essenza delle cose. Verlaine rimane sconvolto da queste tesi formulate da una mente così giovane e comincia così ad instaurare un rapporto di amicizia sempre più forte ed intenso da diventare alla fine un vero e proprio sentimento d’amore nei confronti di Rimbaud.Le cose si complicano quando Arthur comincia a cadere in un profondo stato di depressione e decide di partire per l’Africa ed ha una violenta lite con Paul che gli spara. Rimbaud sopravvive ma il rapporto tra lui e Paul è ormai spezzato. Infatti Arthur decide di partire da solo e solo molti anni dopo Verlaine viene a sapere della morte di Rimbaud a causa di un’amputazione della gamba per una brutta malattia. La sorella Isabelle Rimbaud allora entra in scena con l’intento di far distruggere al fratello alcuni testi scritti durante il periodo di passione fra lui e Arthur, ma questi decide di integrarli nella suo opera in memoria del suo amico.

Cinema Teatro Gobetti

Via Martiri della Libertà, 17 – San Mauro Torinese

Ingresso 8€ – Ridotto 6€