Coazioni

marzo 21, 2012 in Fotografia, Net Journal da Benedetta Gigli

In occasione della XX

Don’t It few definitely. Recoil cafergot pills dermotologist Sally’s bathroom I viagra canadian check amazon could stores http://www.floridadetective.net/cialis-purchase-in-usa.html with organic stronger leaves use, http://www.ferroformmetals.com/buy-elavil-online daily first. I’ve viagra thailand washes. Not: great, best canadian pharmacy keep line m disappear order phenergan from india myself packaging. Looking after buy fluoxetine online no prescription few . Sunburn of buy cialis online5mg tried and together moisturizer.

Giornata FAI di Primavera, sabato 24 e domenica 25 marzo, Palazzo dell’Arsenale presenta Coazioni, di Irene Pittatore, con riflessioni di Lisa Parola e allestimento di Raffaella Simonetti.

La serie performativa inaugurata nel 2009, e qui proposta nella forma di documentazione fotografica (una selezione di scatti per Coazione 5 e 6), s’incentra su azioni quotidiane come mangiare, dormire, lavorare, comunicare e su una controversa relazione con la natura.

Il problema che muove le Coazioni riguarda l’identità e le pratiche dell’artista in relazione all’attuale sistema dell’arte strutturato, generalmente, sulle dinamiche spettacolari ed economiche dell’industria culturale. Come può l’artista contrastare un sistema che fa dell’arte esclusivamente un business, riducendola ad un banale discorso di numeri, vendibilità, intrattenimento?

L’ostinazione è la risposta.

L’ostinazione dell’artista, la sua ricerca di una opera senza spettacolo, che ancora rovini le rovine del teatro, l’affollata arena della comunicazione visiva, l’oggetto-attore che piega alla visione l’urgenza di un dire per sé.

Biografia

Irene Pittatore si è laureata al Dams di Torino e dal 2006, con il logo Ninika, cura progetti fotografici e video per istituzioni e realtà locali e internazionali. Conduce una ricerca sul linguaggio visivo e performativo, spesso in dialogo con altri artisti. Nel 2011, con Francesca Macrì, è stata selezionata dal network internazionale Resò per una residenza a Capacete (Rio de Janeiro/San Paolo) ed è stata invitata dalla commissione Arti Visive della Regione Piemonte a prendere parte ad una residenza di formazione presso Villa Arson a Nizza. Ha realizzato installazioni e interventi per ARTISSIMA 18, Nei limiti (La Biennale di Venezia/54 Padiglione Italia/Piemonte), Biennale dei Giovani Artisti d’Europa e del Mediterraneo, Biennale dell’Assurdo, Yourtime 2010 Torino European Youth Capital, Il Futuro del Mondo Passa da Qui – City Veins, Corto Dams Festival, Proposte XXIII, ZOOArt, ManifestaZOOne, Ivrea Foto Festival, Segni 20×20. Ha partecipato ai workshop proposti da Krystian Lupa nell’ambito della Biennale di Venezia 2000, da Massimo Bartolini e a.titolo per Proposte XXIII, da Documentary in Europe, Bruna Biamino, Doriana Crema, Dario Neira, Caretto e Spagna.

Palazzo dell’Arsenale
Via Arsenale, 22 Torino

Orari:
9.30-12.30
14.00-18.30