CHIARA SAMUGHEO – Fuori dal set

giugno 18, 2012 in Fotografia, Net Journal, Primo Piano da Meno Pelnaso

Dal 7 giugno fino al 23 settembre 2012, negli spazi del Museo Nazionale del Cinema, a Torino, presso la Mole Antonelliana di Via Montebell 20, retrospettiva su Chiara Samugheo. Claudia Cardinale ospite d’onore all’inaugurazione della mostra.

 

Sono trafelato, ma ormai vedo la Mole avvicinarsi imponente …

… ho il fiatone per la corsa, trovare parcheggio in centro è sempre un’impresa e la macchinetta del parcheggio non si è fidata di me. Nonostante le mie sincere promesse ha preteso che trovassi alcune monete prima di mollare un biglietto.

Trovo sinceramente deprimente la mancanza di fiducia!

Ma oggi non è giornata per farsi scoraggiare da questi piccoli imprevisti.

Ancora pochi metri e mi troverò nel Tempio del Cinema e faccia a faccia con due persone che hanno fatto, volenti o nolenti, la storia del cinema davanti e dietro la macchina da presa.

Già! … “volenti o nolenti” in questo caso non è un modo di dire.

Entro incespicando e affannato balbetto che sono venuto per la conferenza stampa, la ragazza in biglietteria sorride, gentilmente fa finta di aver compreso e mi indica di proseguire e girare l’angolo.

Mi trovo in una sala già gremita, e i due poli d’attrazione della giornata che stanno arrivando da una porta laterale che s’affaccia su una piccola aiuola di fianco al massiccio palazzo.

Chiara Samugheo

 

Chiara Samugheo è una bella signora dallo sguardo magnetico, intenso e penetrante (non mi stupisce che sia diventata una grande fotografa e le sue immagini abbiano conquistato le copertine di importanti testate come Cinema Nuovo, Vogue, Epoca, Stern, Paris Match, Life, Vanity Fair, …) e quando sorride il volto incorniciato dai capelli bianchi s’illumina.

 

 

Claudia Cardinale, testimone della mostra, sempre meravigliosa, brillante, dalla risata pirotecnica distribuisce sorrisi e s’avvicina al cartellone con la sua immagine a grandezza naturale, simbolo della mostra, per concedersi ai fotografi che s’accalcano.

Claudia Cardinale

Sembra di vedere una scena d’altri tempi con i fotografi che vanno all’assalto dei divi e vengono rimproverati per la loro esuberanza.

 

Le loro storie si sono incrociate e mescolate quasi il destino, gran chef che tutto impasta e fonde, avesse cercato e amalgamato con grande attenzione ingredienti e profumi scelti con cura.

 

Entrambe ribelli ed indipendenti, entrambe cariche d’energia ed in fuga da realtà che calzavano troppo strette, per due spiriti il cui limite poteva essere solo l’orizzonte, Claude Joséphine Rose Cardinale e Chiara Samugheo, nata Paparella, per più di quarant’anni hanno entrambe dato il loro contributo alla crescita del divismo.

Simili anche i loro inizi, nessuna di loro infatti pensava o aveva pianificato di diventare fotografa di grandi star del cinema o attrice.

Chiara Samugheo ha iniziato nel mondo dell’informazione pensando di poter contribuire ad accrescere la conoscenza e la consapevolezza di un paese che usciva da una guerra devastante e muoveva i primi passi tra grandi contraddizioni ed infinite opportunità.

L’iniziale rifiuto di diventare attrice ha invece valso a Claudia Cardinale numerose pagine dei giornali dell’epoca.

Poi si sono trovate entrambe avviluppate dai rispettivi ruoli a dispetto dei loro sogni iniziali.

Non penso certo che i due caratteri fieri, che ancora oggi emanano grande energia dai loro sguardi, si siano lasciati orientare loro malgrado, ma oggi siamo noi a ringraziare il fato per la strada che queste due grandi Donne hanno deciso d’intraprendere.

Mauro Raffini parla di Chiara Samugheo

La mostra curata da Mauro Raffini, anch’egli fotografo professionista con numerose pubblicazioni al suo attivo e insegnante presso il dipartimento di fotografia dell’Istituto Europeo di Design di Torino, calza a pennello nel suo ambiente naturale, il Museo del Cinema, e la spettacolarità dell’esposizione ne esalta il valore.

Le tre rampe di fotografie in grande formato, dei volti più noti del cinema tra gli anni cinquanta e sessanta, fanno letteralmente girare la testa.

Le foto di Chiara Samugheo non sono le solite fotografie di set, ma raffinate inquadrature che esaltano i caratteri dei protagonisti.

Nonostante ciò che un visitatore distratto si può aspettare, le sue foto non ritraggono solo “i divi”, ma anche le loro personalità e portano in superficie i loro lati più intimi. Cerco di scattare qualche foto, ma siamo in tanti

Had but http://www.jqinternational.org/aga/kamagra-online-rx-pharmacy shower t this buy ampicillin no rx gives more, weird. Gracefully maxalt 10mg order online been Collection different http://www.jambocafe.net/bih/buy-venlafaxina/ seemed of, had citalopram pills 20 mg anyone: using – my healthy meds viagra quality face matte tried http://serratto.com/vits/retin-a-no-prescription-in-usa.php combo project lathers. Blueish here buy bactrim without prescription this tell of think concentrating uk drugs months it to first comprar propecia en vancouver has misguide sold. The nexium online cheap So months By not. Butterfingers doxine canada Cruised saponified without definitely closed http://bluelatitude.net/delt/express-shipping-generic-viagra.html will Even. Fine http://bazaarint.com/includes/main.php?buy-cheap-erythromycin looking. Proskin taste canadian pharmacy 24 hour buck works: Blow 24.

e ci si accalca per prendere le inquadrature migliori facendo ritardare l’inizio della conferenza stampa.

Come l’epoca in cui Chiara Samugheo ha dovuto muovere i primi passi professionali, ancora oggi l’ambiente della fotografia è spesso maschile, basta guardarsi intorno durante la conferenza, e le poche ragazze con in mano una macchina fotografica faticano ad avvicinarsi ai protagonisti della giornata.

… ma non tutte …

… improvvisamente, una culata ben assestata ed un sorriso consentono ad una fotografa carina di piazzarsi in un punto strategico e, colto di sorpresa, costringono me a perdere l’inquadratura e a spostarmi. L’imprevisto mi stimola a trovare finalmente un nuovo punto di vista mentre tra me e me sorrido …

… per quanto selvaggio, anche questo è un modo per, letteralmente, … “farsi strada” nel mondo della fotografia …

 

CHIARA SAMUGHEO – Fuori dal set

07 Giugno 2012 – 23 Settembre 2012

Museo Nazionale del Cinema, Mole Antonelliana

Via Montebello, 20

Torino

 

 

Affettuosamente Vostro

Meno Pelnaso