CHEESE 2009

settembre 17, 2009 in Enogastronomia da Redazione

Cheese 2009

A Bra (Cuneo) Torna Cheese – Le forme del latte, evento biennale internazionale dal 18 al 21 settembre 2009, organizzato da Slow Food e Città di Bra e giunto alla settima edizione. Una kermesse che vede protagonista il formaggio.

Se cercate il termine “Cheese” su Wikipedia troverete che è “una applicazione per GNOME per acquisire immagini e video via webcam”. A noi questa definizione fa venire in mente il momento in cui, davanti alla macchina fotografica che deve immortalare magari un gruppo di amici, l’improvvisato fotografo esclama “adesso dite cheese”, ossia sorridete. Quello di cui vi vogliamo parlare è tutta un’altra cosa. Però, come non si può non sorridere davanti ad una moltitudine di formaggi accuratamente selezionati?

Per farlo non vi resta che recarvi a Bra (Cn), dal 18 al 21 settembre e immergervi in questo evento biennale, giunto ormai alla settima edizione e organizzato da Slow Food e Citta di Bra.

La manifestazione accende i riflettori sul mondo caseario, in particolare su quello artigianale. E così la città diventa non solo laboratorio d’idee ma anche d’informazione, dibattiti, laboratori e ovviamente degustazioni saggiamente guidate. Nulla è lasciato al caso da questa incredibile organizzazione che ogni anno si evolve promuovendo temi sempre attuali, come la riabilitazione del latte crudo e la problematica della presenza di prodotti OGM nei mangimi o i diversi metodi di allevamento, come l’alpeggio, che hanno la capacità di esaltare e dare prodotti finiti completamente diversi. Dibattiti ancora interessanti riguarderanno le problematiche inerenti alla DOP e IGP che, se da un lato danno la possibilità di salvaguardare i prodotti tipici, rischiano di far scomparire le piccole produzioni che non possono sostenere l’oneroso costo. E ancora sulle rigide norme igienico-sanitarie che pur garantendo prodotti da questo punto di vista di qualità, distruggono la biodiversità batterica e determinano un appiattimento organolettico del prodotto.

Una menzione speciale va fatta per la presenza dei produttori delle aree terremotate dell’Abruzzo. L’iniziativa è promossa dal Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga per sostenere gli artigiani del settore agroalimentare nella ripresa delle attività economiche, nella convinzione che L’Aquila e il suo comprensorio, duramente colpiti dal sisma, potranno vivere una nuova rinascita solo attraverso la consapevole valorizzazione delle proprie risorse. I produttori proporranno prevalentemente formaggi a latte crudo, di cui vantano una notevole tradizione.

Una delle novità di quest’anno è l’area dedicata ai prodotti e ai produttori dei territori

transalpini italo-francesi che, grazie al progetto Interreg Promo Terroir, punta alla valorizzazione delle produzioni agroalimentari di qualità di quella regione. Protagonisti i formaggi Presìdi Slow Food: castelmagno d’alpeggio, cevrin di Coazze, toma di pecora brigasca, tuma di pecora delle Langhe per l’Italia; brousse di capra del Rove per la Francia. Accompagneranno le tipicità casearie i mieli di alta montagna, il ramassin del Monviso Valle Bronda e le vecchie varietà di mele piemontesi.

Altre novità di Cheese 2009 saranno i presidi dal mondo legati alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, sempre impegnata nella ricerca di nuovi prodotti da salvaguardare. Sette nuovi Presìdi infatti si affacciano quest’anno al pubblico.

Un ricco programma insomma, dal Mercato alla Gran Sala dei formaggi, ai Laboratori del Gusto, ai Laboratori del Latte, ai corsi Master of Cheese. Ma c’è anche il Caffé letterario e i concerti; i Chioschi di degustazione, le Cucine di strada, la Birroteca, l’Enoteca ecc. La manifestazione esce poi da Bra con gli Appuntamenti a tavola, cene organizzate nei locali di Langhe e Roero, oppure svariate attività all’Agenzia di Pollenzo. Gli appuntamenti sono tantissimi e golosi, noi ci saremo.

Troverete informazioni dettagliate sul sito www.cheese.slowfood.it

Servizi:tutti i giorni sarà attivo un servizio navette di collegamento tra Bra e Pollenzo. Inoltre sarà possibile raggiungere con navette il centro storico di Bra dalle aree di parcheggio agli ingressi della città.

Orari:

apertura del Grande mercato dei formaggi:

venerdì 18: ore 11 – 23

sabato 19 e domenica 20: ore 10 – 23

La Gran Sala e l’Enoteca funzionano dalle ore 12.30 alle 23

Lunedì 21 si apre alle 10 e si chiude alle 20

di Giusy Sculli