Buonanotte

febbraio 12, 2001 in Racconti da Redazione

Buio. Luce. Apro e chiudo gli occhi lentamente. Ho bisogno di dormire, devo tornare in Caserma.

Apro l’armadietto e voci calde, francesi mi sembra, m’invitano a dormire con loro; la radio accesa un’altra volta. domain generator . Prendo le lenzuola e preparo la branda: sopra la coperta marchiata E.I.

Le luci da gialle si fanno blu, fredde e avvolgenti in atmosfere surreali, quelle fatte di divieti incomprensibili e saluti con la mano al cappello, come i matti nei manicomi.

Tutti uguali, uniformati da colori scelti da altri, disegni voluti da altri ancora e tessuti comprati senza chiederci parere alcuno. Tutti uguali.

Lo spinello mi aiuta a perdere coscienza del posto in cui mi trovo, del tempo che non sto vivendo per chissà quale colpa commessa da chi e per cosa?

Il Silenzio strombettato da tutte le Caserme all’identica ora, le 23:30, decreta il silenzio definitivo: i ragazzi non devono più dirsi niente, né leggere o scrivere, né ascoltare musica Possono dormire. Buonanotte.

di Gianluca Ventura

domain information . is netflix site down . cheap hotels . eminent domain . back link check translator directory