Bollani inaugura Linguaggi Jazz 2010

gennaio 8, 2010 in Spettacoli da Cinzia Modena

Bollani Danish TrioDopo un anno di stop, torna una rassegna molto seguita ed apprezzata dagli appassionati della musica nata oltre oceano a New Orleans: Linguaggi Jazz curata dal Centro Jazz Torino.

Come durante le edizioni precedenti il pubblico aveva l’opportunità di esplorare filoni differenti di indagine musicale, potendo così scoprire quello più vicino al personale sentire, così anche quest’anno il cartellone offre un’interessante e pregevole presenza di protagonisti della scena jazz internazionale. Due nomi a titolo di esempio: Stefano Bollani e Richard Galliano

Richard GallianoSarà il palcoscenico del conservatorio di Torino, presso piazza Bodoni, ad ospitare i vari protagonisti che si intervalleranno settimana dopo settimana in un viaggio lungo tre mesi. Linguaggi Jazz terminerà infatti il 27 marzo. Unica eccezione prevista è il concerto di apertura di sabato 16 gennaio. L’estroso e imprevedibile pianista Stefano Bollani si sibirà infatti all’Auditorium Rai A. Toscanini, Piazza Rossaro a Torino.

Dopo averlo visto nei mesi scorsi insieme a Enrico Rava in un duetto dalle tonalità dai mille colori, questa volta si esibirà accomapagnato dai danesi Jesper Bodilsen al contrabbasso e Morten Lund alla batteria in uno spettacolo intitolato “STONE IN THE WATER”.

Dal 16 gennaio al 27 marzo il programma che ci offre il Centro Jazz Torino è di notevole interesse per i differenti interpreti che è riuscito a far convergere su Torino.

Il 25 febbraio si esibiranno Ralph Towner e Paolo Fresu: un duo dalla particolare dialettica, formato dal chitarrista americano fondatore degli Oregon e dal trombettista italiano apprezzato in tutto il mondo, solista di rara immaginazione e originalità stilistica. Il 6 marzo sarà di scena Richard Galliano, considerato il più grande fisarmonicista sulla scena internazionale. Il 13 marzo sarà il turno di Quest, con David Liebman, Richie Beirach, Ron McClure e Billy Hart, gruppo storico del jazz moderno che ritorna sulle scene dopo diversi anni di assenza.

Don Byron from NY cityIl 20 marzo il pubblico potrà apprezzare Double Begonia, Double Quintet, un doppio progetto di Luca Begonia, musicista che vanta un ricco curriculum per l’impressionante numero di collaborazioni internazionali, qui impegnato alla tromba e al trombone, con l’avvicendamento al suo fianco di diversi musicisti. Il 27 marzo la rassegna si chiuderà al Conservatorio con il versatile clarinettista newyorkese Don Byron, che presenterà una speciale performance dedicata alla musica Gospel.

INFORMAZIONI UTILI

LINGUAGGI jazz

Auditorium Rai e Conservatorio

Torino

Prevendita presso Associaizone Centro Jazz Torino

Via Pomba 4

Tel. 011 884477

www.centrojazztorino.it

Orario Segreteria: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 16 alle ore 20

Costo dei biglietti:

concerto all’Auditorium Rai 16 gennaio: posti numerati €25, 20;

concerti al Conservatorio 25 febbraio, 6, 13, 20, 27 marzo:

posto unico numerato €20.

Riduzioni per tutti i concerti:

con coupon TorinoSette sconto di 2 euro e ulteriori riduzioni per studenti universitari (sino a 26 anni)

Le riduzioni si effettuano solo in prevendita.

di Cinzia Modena