Basta basta! Poesie

febbraio 12, 2001 in Poesie da Redazione

Basta basta! Poesie;

basta con le asincronie;

queste rime sono morte,

le parole troppo corte

per spiegare le manie

dello scriver poesie.

Basta basta ad ogni festa:

ho i vapori nella testa;

alle strofe da risata,

da veglione o serenata;

basta gatti della strada

e donzelle da contrada;

basta al suono del già detto

nel ritmare dell’effetto,

alla svolta un po’ improvvisa

e non sempre condivisa,

a quel lampo di freddura

che t’annuncia la sciagura;

basta a queste rime vane,

alle fate, alle puttane;

basta a quel sogno d’amore,

a-sincronico e bizzarro,

ritornato nel vapore

di quel treno fuori orario

che è l’amore letterario.

Basta al piglio dell’artista

che s’annega nella svista,

che ti copre nel banale

ogni senso del reale;

basta ancor di più perché

veri artisti non si è;

basta a tutto quel creare

di chi vuoi comunicare:

il calor dei sentimenti

non s’addice a noi violenti.

Basta basta! Son contento:

me ne frego della gioia,

me ne frego del tormento;

basta a lettere e corsivi,

basta a tutti gli altri vivi.

di Usco