Bacalov e Castelli, i miti del tango a Bra

giugno 27, 2007 in Spettacoli da Cinzia Modena

BacalovPer il festival delle Colline, il 7 luglio il Palazzo Traversa di Bra propone: Miti del Tango. Sulle note del Premio Oscar Luis Enriquez Bacalov ed accompagnati dalla voce dell’attrice-cantante Anna Maria Castelli, si assisterà ad un recital – concerto dedicato al tango ed ai suoi maggiori miti.

Miti del Tango è una dedica fatta alla storia del tango, ai suoi mitici compositori, agli interpreti ed a testi poetici straordinari che rappresentano la storia, la vita e la creatività del Popolo rioplatense. Da Contursi, a Amadori, da Canaro a Villoldo da Discepolo a Gardel a La Pera, Piazzolla, Goyeneche e a tanti altri mitici artisti, per contribuire a far sì che il ricordo sia trasmesso alle generazioni future.

Durante lo spettacolo di Bra, entusiasmo e convolgimento saranno elementi costanti. La passionalità e sensibilità di Luis Bacalov e Anna Maria Castelli traghetteranno il pubblico in una breve ma intensa “storia del tango”: un viaggio tra canzoni che hanno accompagnato intere generazioni di tangueiri di oltre oceano. I brani sono stati rivisitati, con eleganza e raffinatezza, senza tuttavia perdere l’emozione e la bellezza caratteristici degli orginali.

  • LUIS BACALOV, tra musica e cinema

    Il pianista e compositore, è nato a Buenos Aires, dove ha iniziato la sua formazione musicale all’età di cinque anni con il professor Enrique Baremboim, continuando poi gli studi con Berta Sujovolsky (allieva di Schnabel).

    Inizia giovanissimo l’attività concertistica in Argentina, come solista, in duo con il violinista Alberto Lisy ed in vari gruppi da camera. Fa ricerche sul folklore musicale di varie nazioni sudamericane, lavorando in questa disciplina per la Radio e la televisione Colombiana, dove inoltre fa conoscere, come interprete, la produzione pianistica americana dell’Ottocento e del Novecento.

    In Italia e in Francia, a partire dagli anni ’60, è molto attivo come compositore per il cinema, collaborando tra gli altri con registi quali Lattuada, Damiani, Scola, Petri, Giraldi, Wertmuller, Kurys, Stora, Lefebvre, Borowczyk, Greco, i fratelli Frazzi, Pasolini, Fellini, Radford e Rosi.

    Per le musiche de “Il Postino”, con la regia di Massimo Troisi, ha avuto numerosi premi e nomination: il Davide di Donatello, il Globo d’Oro della Stampa Estera in Italia, il Nastro d’Argento dell’Associazione dei Critici Cinematografici, il Premio Oscar dell’Accademia of Motion Pictures Arts and Science, il Premio Bafta (Brithish Academy for Film and Television Arts), il Premio “Nino Rota”.

    Per “La Tregua” di Francesco Rosi ha conseguito una nomination per il Davide di Donatello.

    Bacalov svolge anche attività come pianista e direttore d’orchestra in Europa e America, sia per Radio e Televisioni che per Società di Concerti. Attualmente, accanto al repertorio tradizionale e contemporaneo, esegue musiche di autori latinoamericani, incluse le proprie. E’ anche autore di composizioni per chitarra, violino, per vari gruppi strumentali e per pianoforte e orchestra. Ha recentemente terminato una composizione per soli, coro e orchestra intitolata “Misa Tango”.

    Ha formato un quartetto con bandoneón, contrabbasso, percussioni e pianoforte, con il quale esegue composizioni che ricercano punti d’incontro fra diverse culture musicali, approdando ad un risultato fortemente sincretico (musica etnica, urbana, contemporanea).

  • Annamaria Castelli ed il teatro musicale

    Annamaria Castelli Nata a Milano, ma di origini napoletane e poi cresciuta in Svizzera, inizia a cantare e a tenere concerti giovanissima. Risiede da anni in Italia ma la sua attività artistica è molto più intensa all’Estero, dove tiene concerti e perfomance alternandosi fra musica, teatro ma, soprattutto, teatro musicale del quale è considerata una delle maggiori interpreti europee.

    Come Cantante deve l’inizio della carriera artistica alla musica jazz. Nel ’96 e ’97 partecipa al Montreux jazz Festival come unica cantante italiana invitata a questo festival per due edizioni consecutive che la classifica fra le prime voci al mondo.

    Nel 2002 vince il Premio Musica Europa con “Opéra Tango”, sempre nel 2002 è la protagonista della prima mondiale assoluta dell’opera inedita composta per sola voce cantante e recitante e orchestra dal grande poeta e compositore francese Léo Ferré “L’Opéra du Pauvre” con la Lithuanian State Symphony Orchestra diretta dal M° Massimo Lambertini e nell’Agosto si guadagna il prezioso premio “Portovenere Donna” (a parimerito con Luciana Littizzetto) con il suo progetto “La Notte delle Dee del Sogno” con il quale ha partecipato alla scorsa edizione del Festival dei Popoli Mediterranei di Bisceglie, Festival al quale ha partecipato anche quest’anno con lo spettacolo “Genova, la Città della Canzone d’Autore”.

    In Italia è leader di formazioni che vedono la presenza di Gianni Coscia, Simone Guiducci, Oscar Del Barba, Salvatore Maiore, Hèctor Ulises Passarella, Veronique Rioux, Renato Sellani. E’ voce solista nello spettacolo di Luis Bacalov “Carlitos, la meravigliosa avventura di Carlos Gardel”.

    Adesso, nel pieno della sua maturità artistica, diviene sempre più arduo identificarla in un genere musicale o artistico: infatti spazia dai concerti alle manifestazioni pop (ha partecipato alle serate finali del Premio Ciampi). Nel luglio 2004 è stata selezionata fra oltre 120 artisti per partecipare alla prima edizione del Festival Teatro Canzone “Giorgio Gaber” tenutosi alla Cittadella del Carnevale di Viareggio, festival che ha “incoronato” dieci artisti come eredi di questo difficile genere musicale e teatrale, partecipa a Rassegne di musica classica, recita spesso in Teatro. Tutto questo le è permesso da una straordinaria duttilità vocale, dalla possibilità di cantare in sei lingue e da straordinarie doti interpretative. Recentemente, durante una serie di concerti europei, è stata premiata come una delle più importanti rappresentanti del Cabaret e del Teatro musicale e definita come una delle pochissime eredi di una stirpe di cantanti come Teresa Stratas, Ute Lemper e la “nostra” Milva.

    Il Teatro continua comunque a restare il luogo dove meglio si esprime.

    E’ Direttore Artistico del Versilia Jazz Festival di Forte dei Marmi e del Premio internazionale “Musica Europa”.

    Ha collaborato con la Commissione “Per Le Pari Opportunità” della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è Testimonial mondiale della Associazione per la lotta contro l’AIDS (A.N.L.A.I.D.S.). Attualmente riveste la carica di Membro del Consiglio Direttivo della Onlus “Donne del Mediterraneo”.

    INFORMAZIONI

    LOUIS BACALOV E ANNAMARIA CASTELLI

    in MITI DEL TANGO

    7 LUGLIO 2007

    BRA (CN) – Palazzo Traversa,

    ore 21,30

    ingresso gratuito

    www.festivaldelleprovince.it

    di Cinzia Modena