Asiago, Milano e Bolzano per il titolo

febbraio 26, 2004 in Sport da Redazione

Il 70° massimo campionato italiano, chiusa la regular-season che prevedeva, in due fasi, 44 giornate, entra finalmente nelle sue sfide caldissime, i playoff. Quarti di finale al meglio delle 5 partite (26 e 28 febbraio, 2 marzo ed eventuali gara-4 e gara-5 il 4 e il 6 marzo), semifinali sempre al meglio delle 5 (9, 11, 13 marzo, eventuali gara-4 e 5 il 16 e il 18) e serie di finale-scudetto al meglio delle 7 partite (20, 23, 25, 27 marzo, eventuali gara-5 il 30 e gara-6 e gara-7 l’1 e il 3 aprile).

Alla volata-scudetto l’Asiago si presenta con la miglior difesa (44 reti subìte dopo la prima fase contro le 61 del Milano e le 72 del Bolzano; 20 i gol incassati nella seconda fase contro i 35 di Milano e Bolzano); il Milano sempre con il miglior attacco (ben 175 le reti fatte in prima fase e 57 nella seconda, contro le 102 e 52 dell’Asiago e le 140 e 49 del Bolzano). Ottimo nel “Master Round” di seconda fase l’attacco del Merano con 49 reti. Guida la classifica dei goleador Drew Omiccioli, italo-americano del Bolzano, con 44 reti segnate, davanti a Jason Cirone, “italo” dell’Asiago (entrambi già chiamati in azzurro dal d.t. Michel Goulet), con 31. L’Asiago ha inoltre un autentico asso nel grande portiere Francois Gravel che ha concluso la stagione regolare con 4 shutout consecutivi (7 finora in tutto il campionato), oltre 241 minuti di imbattibilità. Una carta-scudetto vincente. Se si confermano sul campo quelli che alla vigilia sono i pronostici tecnici (tre su quattro abbastanza scontati) sugli scontri dei quarti, dovremmo poi avere in semifinale Asiago-Fassa e Milano-Bolzano, sfide terribili per tutti.

Il girone delle deluse (e deluse, prime fra tutte, Mastini Varese e TorinoValpe), detto “Relegation Round” e che deve mandare in B cinque squadre su sette, ha emesso questa sentenza circa le prime tre retrocedende: in B scendono subito Egna, Caldaro e Appiano (finiscono dunque ultimi i campioni, sul Torino, della A2 2002/2003). I nomi delle altre due “condannate” escono dalle perdenti delle semifinali playout tra Brunico-TorinoValpe e Varese-Gardena che si giocano “best of three” il 26 e il 28 febbraio con eventuale gara-3 il 2 marzo. Noicom TorinoValpe attesa ad un confronto durissimo, visti i precedenti tre sconfitte e un pareggio tra regular season e relegation round. I ragazzi di Da Rin dovranno dare il massimo per aspirare alla finale della coppa del presidente con la vincente di Varese-Gardena e soprattutto evitare la retrocessione.

di Luca Rolandi