Artissima 2010

novembre 1, 2010 in Arte da Benedetta Gigli

artissima 2010Dal 5 al 7 novembre verrà aperta al pubblico la XVII edizione della Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea a Torino, sotto la direzione di Francesco Manacorda. Nella nuova sede dell’OVAL del Lingotto, Artissima 17 accoglierà in totale 154 gallerie, scelte dai Comitati di Selezione e dai Comitati curatoriali tra i nomi più attuali e di maggior interesse del mercato internazionale dell’arte, suddivise nella tradizionale partizione in sezioni.

La main section, che raccoglie le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale, sarà composta da 99 gallerie, di cui 50 straniere e 49 italiane. La sezione present future, dedicata agli artisti emergenti e alle rispettive gallerie su invito diretto di un Comitato curatoriale presenterà 15 progetti monografici. Speciale punto di riferimento per la nuova creatività, la sezione new entries, riservata alle più interessanti giovani gallerie con meno di cinque anni di attività e presenti per la prima volta ad Artissima, che ospiterà 29 gallerie provenienti da quattordici paesi: Italia, Dubai, Cile, Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, India, Polonia, Romania, Russia, Stati Uniti, Svezia, Svizzera.

Infine, novità assoluta per l’edizione 2010, la sezione back to the future, volta a riscoprire e portare all’attenzione di operatori del settore, collezionisti e grande pubblico artisti che hanno avuto un limitato riconoscimento negli ultimi decenni, ma il cui lavoro è proprio oggi particolarmente significativo: un corridoio tematico in fiera raccoglierà 24 progetti di altrettante gallerie, scelti da un Comitato scientifico composto dai Direttori di musei internazionali quali il Centre Pompidou di Parigi, la Tate Modern di Londra, la Fondazione Trussardi di Milano. A metà tra progetto espositivo di livello museale e la partecipazione fieristica, nell’area dedicata, ogni galleria selezionata proporrà una personale di un artista, italiano o internazionale, attivo tra gli anni anni ’60 e ’70, con opere “storiche”.

Di particolare interesse l’evento Artissima Happening, una performance collettiva che coinvolgerà centinaia di persone e che sorprenderà tutti gli ospiti del vernissage della fiera in quanto i protagonisti saranno proprio i visitatori. Tutti possono partecipare: non è richiesto alcun requisito specifico, se non l’entusiasmo e la voglia di prendere parte a un’esperienza unica all’interno della fiera d’arte contemporanea più importante d’Italia, avendo così l’occasione di visitare gratuitamente Artissima proprio nel giorno della sua inaugurazione.

di Benedetta Gigli