ARTISSIMA 14

novembre 4, 2007 in Arte da Barbara Novarese

Internazionale d’Arte Contemporanea a Torino

9 – 11 Novembre 2007, Lingotto Fiere

…Arte, nella sua accezione più completa!

artissima 14…Arte, non solo per le opere in esposizione ma per l’intera manifestazione che pervade di creatività anche i gesti più comuni. Un tuffo nell’etere del pensiero stravagante, nella trasformazione fantasiosa della realtà, nell’immaginario che crea le più svariate forme di rappresentazione del vero.

Un pizzico di genialità, gocce di follia, estro, fantasia, ricerca di significati… questi sono gli ingredienti principali di ARTISSIMA14, l’edizione 2007 della fiera d’arte contemporanea per eccellenza, che si terrà a Torino il 09-10-11 Novembre, al Lingotto Fiere.

“Un osservatorio privilegiato sulla giovane arte mondiale” in cui saranno presenti gli artisti più rappresentativi delle giovani generazioni, 131 gallerie provenienti da 17 paesi e grandi nomi del panorama mondiale.

Accanto alla sezione generale, Artissima propone due parti speciali dedicate all’arte emergente: Present Future e New Entries.

New Entries presenta gallerie d’avanguardia per la prima volta in Fiera, mentre Present Future è una vera mostra nella mostra, dedicata ad artisti emergenti che promettono di trasformarsi in celebri nomi del panorama mondiale. Gli artisti selezionati sono proposti in un intrigante percorso espositivo che rappresenta un unico progetto.

Anche quest’anno ritroveremo “Constellations, ma sotto una nuova veste: i lavori esposti avranno carattere museale… da non perdere, soprattutto per la qualità ed il valore delle opere in mostra.

Artissima, nel tempo, sembra aver superato i suoi stessi limiti ed ottenuto un successo che sta ben di là dalle attese iniziali. E’ riuscita a soddisfare sia la curiosità intellettuale degli addetti ai lavori sia la ricerca del particolare, tipico dei grandi collezionisti italiani e internazionali, sia l’interesse del semplice visitatore che passeggia con lo scopo di osservare e scoprire.

Anno dopo anno, la manifestazione si rinnova per perfezionare il suo ruolo di evento culturale improntato sull’arte ma anche sul Cinema, sul Volume e sul Fumetto.

Un fitto programma di convegni, curato da Mans Wrange (Konstfack, Stoccolma), proporrà inoltre confronti e dibattici tra curatori internazionali di grande spicco, mentre professionisti e stampa potranno incontrarli, in uno speciale punto d’incontro all’interno della Fiera, per conoscere e comprendere a fondo i loro progetti.

Artissima perde, così, i semplici connotati di fiera d’arte moderna, e si trasforma in un evento alla moda che fa tendenza, una sorta di luogo d’incontro per critici, collezionisti, direttori di museo provenienti da tutt’ Europa. Tra la folla degli ingenui “visitatori della domenica”, si nasconderà dunque un substrato elitario: il popolo dell’arte. Come gnomi della foresta che sfuggono allo sguardo distratto degli esseri umani, anche loro si mimetizzeranno tra stand e semplici curiosi. Ma saranno soprattutto loro l’attrattiva di chi, come me, ogni anno ritorna ad Artissima… poiché ascoltare prezzi, commenti e riflessioni tanto lontani dalla propria dimensione quotidiana significa conoscere ed espandere i propri orizzonti sulla conoscenza del mondo. L’arte assume le forme più impensate e stravaganti, muta e si cela in tutto ciò che ci circonda, l’arte è rappresentare la realtà attraverso “mille più uno” punti di vista.

di Barbara Novarese