Anteprima Spazio Torino 2001

ottobre 5, 2001 in Spettacoli da Redazione

E’ stata presentata giovedì 4 ottobre al Caffè Leri la rassegna Anteprima Spazio Torino che anticiperà di un mese il Torino Film Festival proponendo agli spettatori torinesi ben 158 lavori – per la grande maggioranza cortometraggi in video – di autori piemontesi. I vincitori accederanno al Concorso Spazio Torino della prossima edizione del Festival dal 15 al 23 novembre.

L’Anteprima Spazio Torino che inizierà il 10 ottobre per concludersi il 16 si svolgerà nelle sale del Cinema Massimo e sarà preceduta da un concerto dedicato alle grandi colonne sonore martedì 9 nella Sala 1. Oltre ai lavori in concorso vi saranno parecchi eventi speciali ad ingresso libero come le proiezioni di alcuni registi e operatori del settore quali Pierfranco Milanese, Luca Pastore, Carlo Ausino e Alfieri Canavero.

Da quest’anno gli spettatori oltre a votare i film della rassegna potranno diventare critici cinematografici in prima persona. Con il concorso “I ragazzi di Torino vanno a Berlino… e gratis al cinema” i cinefili grafomani potranno sbizzarrirsi e inviare alla sede di Via Monte di Pietà 1 le loro recensioni. Il primo classificato vincerà un week end a Berlino, mentre al 2° e al 3° andranno rispettivamente 35 e 15 biglietti omaggio per le sale cinematografiche torinesi.

Stefano Della Casa ad un mese dal ToFilmFest ha anticipato quali saranno i punti cardine dell’edizione 2001: “Abbiamo organizzato due retrospettive che avrebbero steso un elefante – ha dichiarato il direttore di quella che è, al momento, la seconda rassegna cinematografica in Italia -. Le pellicole riguardanti la cinematografia egiziana sono state ristampate per tre quarti, ma abbiamo avuto problemi anche con un autore come Romero. Pur essendo un regista relativamente recente anche per lui abbiamo dovuto provvedere ad un oneroso lavoro di ristampa”. Su Romero, Della Casa ha raccontato un gustoso aneddoto: “Fin da ragazzo è sempre stato uno dei miei registi cult, sono cresciuto vedendo i suoi film horror. Mi ha fatto un certo effetto conoscerlo, un anno fa, in un angolo di questo locale, seduto, con la moglie e i due figli, a mangiare zuppa di farro”.

La crescita del Torino Film Festival sembra inarrestabile: “Quest’anno – ha aggiunto Della Casa – avremo a disposizione le cinque sale del Reposi e le tre del Massimo. Neanche Venezia può permettersi un lusso del genere”. I cinefili torinesi non prendano impegni, quella dal 15 al 23 di novembre sarà la loro settimana.

di Davide Mazzocco