Animali e arte del Tennessee

febbraio 24, 2002 in Viaggi e Turismo da Redazione

25445(1)La vostra voce dal Tennessee per deliziarvi la giornata vi propone giusto due curiosità sulle abitudini, i modi di vita e i paesaggi urbani dei locali.

Animali domestici

L’altro giorno stavo parlando di cani con un collega dell’ufficio in cui lavoro e gli raccontavo che io ho un golden retriver.

Lui mi fa: “Bello, l’ho avuto anch’io, ma ora ho dovuto prendere un pastore tedesco”.

Io gli chiedo: “Come mai hai dovuto?”.

E lui mi risponde: “Perché ho un cavallino nato da poco”.

Io titubante replico: “…e allora?”.

E lui in modo naturale: “…ma è per tenere lontano i coyotes!!!!”.

…mei coyotes, …sì, perché qui negli sperduti villaggi attorno a Nashville sembra che di notte ne girino branchi, a caccia di polli, vitellini e puledri.

Architettura

L’architettura qui in Tennessee è per così dire: poliedrica. Infatti coesistono in downtown edifici moderni ed antichi. Si possono ammirare vecchie case accostate a grattacieli altissimi, docks nemmeno ristrutturati accanto ad edifici hollywoodiani come il Planet Hollywood o l’Hard Rock Café, altre case stile cowboy nelle immediate vicinanze di saloon Elvissiani. Su tutti però si staglia il grattacielo della compagnia dei telefoni: la Bellsouth.

L’enorme edificio, ad uno sguardo più attento si rivela in tutta la sua bellezza: è fatto a forma di cellulare!

Arte

Oggi invece credo di avere trovato la cosa per cui non dimenticherò mai questa città (che ovviamente certificherò con tanto di foto). Ero in un fast-food a prendermi il pranzo, panino (versione 6 inches o 1 foot) con “palle di carne” e cipolla, e girandomi vedo in un espositore delle cartoline.

…Beh, non ci crederete, ma qui esiste il Partenone!

Una copia esatta, scala 1:1 , del Partenone, con tanto di statue greche intorno e laghetto nei pressi (a ricordare il mare).

Questo splendore sembra sia apprezzatissimo dalla gente di qui, convinta che sia persino meglio dell’originale perché più nuovo e ben tenuto.

…l’avventura continua…

di Luca Giuliani