Amici Ahrarara!

luglio 3, 2001 in Spettacoli da Momy

24753I fenomeni della stagione televisiva 2000-2001 approdano in massa a Torino. Giovedì e sabato sono in programma, rispettivamente, gli spettacoli di Max Pisu, al secolo Tarcisio, e dei Fichi d’India. Comicità surreali, slogan ormai entrati nel linguaggio collettivo: Amici Ahrarara, urlano i Fichi, “minchia che ridere” risponde Tarcisio!

Sarà una sfida a distanza la loro, ma prevedere il tutto esaurito per entrambi non è molto difficile!

Come “contorno”, gli aficionados della comicità potranno gustare Gianluca Ansanelli, comico napoletano famoso per la sua partecipazione al programma di Italia 1 “Le Iene”, Gianluca Belardi, che con la sua band sarà il terzo partecipante del Comic Music Festival, il mitico Franchin, piemontese doc forse sconosciuto alle grandi folle, ma amato e stimato da chi lo segue da più di trent’anni in giro per i teatri e per le piole di Torino.

E ancora, Carlo Bianchessi, milanese nato artisticamente al Derby club, riconoscibile per le sue stravaganti camice a strisce e le mollette nei capelli, contornate da un pentola usata al posto del casco…

Conclude il panorama della settimana Paolo Mingone, che con le sue trovate verbali folgora gli spettatori con lampi di improvvisazione, trascinandoli in un vortice di comicità dal quale diventa difficile riuscire a scappare.

Lunedì 2 luglio 2001 – ore 22.00

Parco Culturale Le Serre, Via Lanza 31 – Grugliasco

Ingresso Gratuito

  • Gianluca Ansanelli in Questa scuola me la lego ardito

    Lo spettacolo è un monologo che ha come argomento centrale il mondo scolastico visto naturalmente con gli occhi di un alunno che evidentemente non brilla quanto a condotta e profitto, narrando la “disonorata” carriera scolastica non tralascia mai di coinvolgere il pubblico visto che in fondo tutti hanno vissuto più o meno le stesse situazioni. Quindi ci riporta con estrema naturalezza a rivivere “gli incubi” che hanno caratterizzato prima la nostra adolescenza e poi la nostra giovinezza.

    Martedì 3 luglio 2001 – ore 22.00

    Muovitipositivo, P.zza d’Armi, Ingresso da c.so Galileo Ferraris – Torino

    Ingresso Gratuito

  • C.M.F. Gianluca Belardi ELa Band (Area Zelig)

    Nello spettacolo musicale, Gianluca Belardi, si avvale della collaborazione di Roberto Quarta al pianoforte, che ha curato anche gli arrangiamenti delle canzoni, Andrea Rosatelli al contrabasso e Armando Sciommeri alla Batteria.

    Mercoledì 4 luglio 2001 – ore 22.00

    Area “Villa Remmert”, via Rosmini 3/a – Ciriè (TO)

    Ingresso Gratuito

  • Franchin

    Zingaro di lusso per scelta, incapace di curare sotto il profilo pubblicitario la sua figura, capace invece di rifiutare contratti vantaggiosi di fronte ad un “manager” antipatico, ha ancora oggi la vivacità attoriale di un ventenne. Per nostra fortuna.

    Giovedì 5 luglio 2001 – ore 22.00

    Parco Culturale Le Serre, Via Lanza 31 – Grugliasco

    Ingresso da L. 18.000

    24747

  • Max Pisu (Area Zelig) in Tarcisioscopia – Viaggio all’interno di Tarcisio

    Nel tentativo di comprendere i delicati meccanismi regolatori di una personalità complessa come quella di Tarcisio, il prof. Urbano Moffa, ha organizzato una serie di conferenze, in giro per l’Italia, in cui rendere nota l’esperienza e la conoscenza da lui sinora acquisita sulla personalità del soggetto: un uomo sulla trentina, che da diversi anni ormai soffre di una sindrome di sdoppiamento della personalità.

    In questo clima si svolge lo spettacolo di Max Pisu, che, dopo i successi della scorsa stagione televisiva si propone ora anche al pubblico teatrale. Rivisitando Tarcisio, il suo personaggio ormai molto amato dal pubblico ed analizzandolo dal punto di vista psicanalitico, Max, propone una divertentissima piece teatrale scritta con Sergio Cosentino per la regia di Renato Sarti e la consulenza artistica di Giancarlo Bozzo.

    Giovedì 5 luglio 2001 – ore 22.00

    Area “Arena cortile San Filippo”, via Maria Vittoria 7 – Torino

    Ingresso da L. 12.000

  • Carletto Bianchessi in Sono pazzo…e allora?

    Lo spettacolo si internia su una serie di paradossi e di non sense, catapultando la vita quotidiana sull’assurdità e la pazzia generale. Molto scorrevole e coinvolgente è cabaret puro contornato da mimica e gestualità.

    Venerdì 6 luglio 2001 – ore 22.00

    Area “Villa Remmert”, via Rosmini 3/a – Ciriè (TO)

    Ingresso da L. 10.000

  • Paolo Migone (Area Zelig) in È inutile non scendo!

    Nel suo spettacolo c’è verismo, surrealismo, crudismo, realismo, malinconismo, risatismo, è un labirinto intricato come la mente di Paolo Migone, nella quale ci si può infilare senza paura, perché in fondo si trova sempre l’uscita… o l’entrata di un altro labirinto. Siamo sicuri di non perderci nella fantasia di Polo Migone, anche perché è lui stesso a lanciarci delle cime per salvarci dalle tempeste della sua mente. Il pericolo è che non si sa mai quando questo gioco ha fine; Infatti lo spettacolo non ha una sua durata, potendo potenzialmente durare l’intera notte e il giorno successivo. Dice Paolo “La tessitura dello spettacolo ricorda una fisarmonica da orchestra, la durata è un boomerang tra i novanta e i duecento minuti in linea d’aria, tra i quali non pochi quelli vissuti in apnea dal protagonista, il pubblico”.

    Sabato 7 luglio 2001 – ore 22.00

    Muovitipositivo, P.zza d’Armi, Ingresso da c.so Galileo Ferraris – Torino

    Ingresso da L. 18.000

  • I Fichi D’india in Fichi d’India Show

    Il meglio del loro repertorio in circa due ore per divertire, con la loro famosa verve, il loro numeroso pubblico durante le vacanze estive.

    di Monica Mautino