Alba nei panni di una bionda

dicembre 9, 2001 in Spettacoli da Stefania Martini

25213(1)La storia è quella di Charlie – scrittore di dubbio successo, dongiovanni impenitente, che viene giustiziato “sul campo” dalle sue tre amanti.

Per poter andare in Paradiso e evitare l’inferno gli viene data una possibilità: tornare in vita e trovare almeno una donna che nella vita lo abbia amato veramente. L’impresa risulterà assai difficile in quanto Charlie viene ri-catapultato sulla Terra nei panni di una bionda di nome Amanda. Una sorta di purgatorio che il Cielo gli impone, per fargli toccare con mano che cosa significa essere donna nel mondo maschilista di cui Charlie era stato convinto assertore: lui che aveva sempre considerato le donne come preda di caccia, oggetti da collezione, in un’egoistica incapacità di amare in modo vero e profondo.

Un bello scherzo, non c’è che dire, che naturalmente innesca una girandola di equivoci e gag a non finire giocate sulla ambiguità sessuale della protagonista: fisicamente donna ma spiritualmente uomo, quindi irresistibilmente attratta dalle donne (e per questo considerata lesbica) dalla sua indole di macho, ma costretta a fronteggiare la corte dei maschietti con tutti i risvolti di imbarazzi omosessuali del caso.

L’inconsueta avventura passa dall’iniziale sgomento, quando “Charlie” si ritrova con un corpo di ben diversi attributi rispetto a quelli che aveva sempre posseduto, alla difficoltà di farsi riconoscere anche dall’amico più caro, alla lotta per adeguare il proprio animo maschile al nuovo ruolo cui le sembianze lo richiamano… fino all’immancabile ed edificante lieto fine: Charlie-donna riconosce gli errori di Charlie-uomo, se ne pente, e – in pace col Cielo – raggiunge finalmente il riposo del giusto.

La commedia va in scena con la regia di Gino Zampieri, nell’identico adattamento di successo della passata stagione, firmato da Luigi Lunari e con Franco Oppini che affianca l’ex-moglie.

Alba Parietti è entusiasta della parte, che a teatro, negli anni Sessanta, è stata di Lauren Bacall, e che nella passata stagione l’ha vista conquistare critica e pubblico.

“E’ il ruolo perfetto: tutti mi dicono che sembra essere stato scritto per me. Assomiglia molto alle persone che ho conosciuto: grandi figli di buona donna ma che in fondo fanno tenerezza”.

Nei panni di una bionda

Dall’11 al 16 dicembre 2001

Teatro Alfieri

Piazza Solferino 2

Informazioni: tel. 011.562.38.00

di Stefania Martini