Al via la premiazione per la seconda edizione del concorso “Dada Rosso”

luglio 3, 2007 in Attualità da Redazione

Ancora pochi giorni e sarà possibile assistere alla premiazione della seconda edizione del concorso letterario “Dada Rosso”. Tema di quest’anno: l’Avventura ed i suoi eroi, in uno scenario da fiaba. Quindi libero spazio alla fantasia, a tutto ciò che è favola e non solo, perché collegato ad una fiaba esiste in primis il piacere di raccontarla.

Il concorso è infatti organizzato dalla Associazione Culturale “Il nonno racconta” fondata da Lella Ciaccia, nonna a sua volta (quattro volte) e che si occupa di valorizzare ed esprimere questa magica letteratura.

Il fascino della fiaba è antico come la notte dei tempi, ma non è mai stata una moda e infatti non ha mai perso la sua bellezza e soprattutto quella capacità di avvicinare le generazioni. Il racconto esperto del nonno o della nonna, la curiosità dei nipoti, il valore pedagogico della favola, hanno sempre reso affascinante il contesto collettivo della fiaba. Però, come si dice spesso, i nonni tanto raccontano quanto poco scrivono. Ed è in questo senso che l’associazione “Il nonno racconta” vuole dare il suo contributo, promuovendo anche concorsi che diano la possibilità a tutti di cimentarsi nella narrazione scritta.

Il concorso è dedicato a Dada Rosso, giornalista e nonna, scomparsa improvvisamente nel 2005 in un drammatico incidente aereo nel Ciad. Con questo si è voluto continuare la memoria della nota giornalista di “Torino Sette”, che per tanto tempo ha curato la rubrica “Vicini e Lontani”.

La vitalità dei contenuti dell’associazione è ritrovabile anche nella fantasia dei temi proposti nei suoi concorsi. Per l’ultima edizione del “Premio Dada” si è scelto di affinare l’occhio e l’immaginazione su “L’avventura ed i Suoi Eroi”.

Così recitava il bando: “Non solo mirabolanti storie di supereroi, ma anche racconti di piccole avventure di tutti i giorni, frutto di eventi “normali”, ma dove spesso si evidenzia come la realtà possa superare la fantasia”. Come di consueto, poi, si poteva sviluppare la fiaba in nove temi, uno più suggestivo dell’altro e che comprendeva: avventura (favole ispirate a corsari, indiani d’America, le Mille e una notte, ricche di eventi, magie); la Terra o altri mondi; Animali; Ambiente (ispirate ad un mondo migliore e più pulito); Leggende; Il Mito in chiave moderna; l’Avventura delle cose; l’Avventura attraverso il talento, l’Avventura attraverso la scoperta.

Ce n’era per tutti i gusti quindi, e dato il successo della presente edizione è molto probabile che il concorso verrà iterato anche nei prossimi anni, con pubblicazione dei racconti vincitori.

di Davide Greco