Afterhours e il rock adulto

giugno 28, 2004 in Spettacoli da Gino Steiner Strippoli

AfterhoursCon il “Tora Tora” Manuel Agnelli ha posto l’attenzione su una realtà sottovalutata legata a molte giovani band rock riuscendo così a promuovere, alimentare e dare visibilità nella sua totalità al rock italiano e ai gruppi di base. Su queste basi è nata Tora Tora made in Afterhours! “Quello che non c’è” un disco di musica adulta ha dimostrato come Agnelli abbia preso una direzione precisa nelle tematiche con testi che parlano di disorientamento, di paure, di disperazione “perché son venuti a mancare – dichiara Manuel – molti punti di riferimento sociali e politici”. Gli Afterhours, dopo il successo ottenuto con l’ultimo album “Quello che non c’訔

uscito nel 2002 su etichetta Mescal , seguito da un tour lunghissimo

(più di 100 date) in tutta Italia, arrivano alla Certosa di Collegno, per Colonia Sonora 2004, questa sera in concerto con inizio alle 21.30.

Afterhours Dopo il trionfale co-headlining tour invernale che ha visto Afterhours e Twilight Singers girare assieme l’Italia e dopo le sessions catanesi che hanno portato Manuel Agnelli a suonare la chitarra coproducendo un pezzo che comparirà in “She Loves You” , nuova e prossima uscita dei Twilight Singers e Greg Dulli a cantare con Manuel in una cover che uscirà con il prossimo cd degli Afterhours,la collaborazione continua.

Infatti gli Afterhours e Greg Dulli stanno registrando, sempre a Catania, il nuovo lavoro della band milanese in una vivace situazione di completo scambio scrivendo, arrangiando, suonando e producendo insieme le nuove canzoni .L’uscita è prevista per l’inizio dell’anno prossimo ed è probabile che il work in progress riveli più di una sorpresa…

Quando usci’ “All The Good Children Go To”, nel 1989, il rock italiano quasi sembrò svegliarsi da un lungo letargo! Un mini-cd che segnerà, in qualche modo, una svolta per l’intera generazione a venire, per le giovani bands, ma anche un riconoscimento internazionale dalla stampa americana: sotto i riflettori erano finiti gli Afterhourse, guidati da quel Manuel Agnelli, che oggi è considerato come il propulsore del rock italiano, grazie anche ad iniziative come “Tora Tora”, premiato nel 2001 al M.E.I di Faenza come l’evento live dell’anno. Agnelli è un signor musicista che crede nella musica e ama la musica tanto da essere anche produttore di molte bands e artisti legati al rock! Anche in questa veste, il “nostro” ha ricevuto l’Italian Awards come miglior produttore italiano (una delle sue ultime produzioni eccellenti e con i Verdena “Solo un grande sasso”.

di Gino Steiner Strippoli