Ada, cronaca familiare

giugno 26, 2006 in Spettacoli da Roberto Canavesi

herlinde_koelblTORINO – Uno spettacolo fatto di sei piccoli segmenti recitativi in cui la parola, la musica, il video si alternano per dar vita ad un percorso teatrale che sia anche rappresentazione di un’intera esistenza: si potrebbe così sintetizzare “Ada, cronaca familiare”, il progetto del gruppo ravennate Fanny & Alexander realizzato in prima assoluta all’interno del Festival delle Colline Torinesi.

Fonte letteraria il romanzo “Ada o ardore” di Vladimir Nabokov, testo costruito su di una precisa concezione di opera d’arte intesa come rappresentazione della propria vita; due fratelli, Ada e Van, sono protagonisti di una lunga parabola di amore incestuoso ed ora, giunti alla vecchiaia, ne ripercorrono le alterne fasi fatte da un ménage di continui incontri e separazioni.

Questa la premessa da cui scaturisce un itinerario drammaturgico e spaziale che porta lo spettatore ad occupare differenti sedi, o “dimore” per dirla con gli autori del progetto, luoghi che a seconda della esigenza diventano lo spazio per momenti di pura teatralità piuttosto che di esibizione musicale o installazione video.

Una prova di fedeltà per lo spettatore ma anche una prova di resistenza per i protagonisti cui va comunque riservato un plauso per l’originalità dell’idea e per essere riusciti ad estrapolare gli aspetti più importanti del romanzo in una sintesi di sicuro effetto e resa scenica.

  • “Ada, cronaca familiare”,

    un progetto Fanny & Alexander

    in collaborazione con Festival delle Colline Torinesi,

    Ravenna Festival,

    Espace Malraux-Scène Nationale de Chambéry et de la Savie

    con il sostegno di Torino Capitale Mondiale del Libro con Roma

    di Roberto Canavesi