Ad Alba torna Vinum

aprile 12, 2011 in Enogastronomia da Adriana Cesarò

Vinum 2011Una sensazione inebriante da far “girare la testa”, questo, presuppongono i due fine settimana da favola che presenteranno le nuove annate dei vini di Langhe e Roero e per fornire al sistema delle Enoteche Regionali, delle Botteghe del vino e dei Consorzi di tutela l’occasione di far conoscere a un vasto pubblico i nettari del Piemonte: torna, ad Alba, “Vinum”, nel weekend del 23-24 e 25 aprile e in quello del 30 aprile e 1° maggio.

La grande novità di quest’anno sarà costituita da “Vinum in Cantina”: dal 23 aprile al 1° maggio, per l’arco dell’intera manifestazione, i produttori vitivinicoli di Langhe e Roero apriranno le porte per le visite degli enoturisti, con eventi e iniziative loro dedicati presso le singole aziende.

La 35ª edizione, promossa dal Comune di Alba con il sostegno di Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Camera di Commercio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero ed Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, si presenterà al pubblico con un calendario particolarmente ricco. La manifestazione si concentrerà in appositi spazi che consentiranno di apprezzare i vini al meglio, con adeguate condizioni di servizio: gli assaggi proposti dai sommeliers e dai produttori e le degustazioni guidate da esperti avvicineranno i consumatori – e in particolare i giovani, molto presenti nella passata edizione, anche grazie al marketing sul web – a un bere bene consapevole, attento agli aspetti sensoriali e a quelli culturali, in un positivo clima di accoglienza e di festa.

Cuore della kermesse sarà la Grande Enoteca di Langhe e Roero: è stato infatti confermato anche quest’anno l’appuntamento con le degustazioni dei vini del territorio allestita all’interno del Palazzo Mostre e Congressi di piazza Medford. Qui verranno proposti il Dolcetto, la Barbera, il Roero, il Nebbiolo, il Barbaresco, il Barolo, il Verduno Pelaverga, il Roero Arneis, il Moscato d’Asti, l’Asti, l’Alta Langa, gli Spumanti e i Passiti. La Grande Enoteca sarà luogo di degustazioni guidate, con abbinamenti a formaggi, salumi e dolci, indirizzate a un pubblico di autentici appassionati, ma anche a chi intende per la prima volta approfondire il mondo dei vini, degustazioni guidate dell’enologo Lorenzo Tablino e dalle Associazioni ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino), ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggio) e BEIVE BEN.

Sempre presso la struttura intitolata a Giacomo Morra, in piazza Medford, il Consorzio dell’Asti sarà protagonista di un percorso di scoperta “polisensoriale” delle bollicine dolci più vendute al mondo: i visitatori non solo leveranno le coppe di Asti DOCG, ma potranno provare la sensazione di essere davvero immersi nel perlage dello spumante, entrando nella coppa “virtuale” e continuando poi il percorso fino a giungere all’area del gusto. Una sensazione da provare per credere.

La Grande Enoteca sarà inoltre teatro della mostra Disegnare il vino: dalle etichette storiche alle etichette artistiche la struttura ospiterà infine la mostra “L’architettura del vino”, una presentazione di cantine storiche e moderne fra tradizione e design.

In via Vittorio Emanuele II, all’interno del Cortile della Maddalena, presso i Banchi d’Assaggio, appassionati ed enoturisti potranno incontrare direttamente i produttori vinicoli.

Sempre all’interno del Cortile della Maddalena, Sabato 30 aprile – alle ore 15.30 e alle 19.30, si terrà “Frammenti di storia del vino.” Dall’età del Ferro all’età della Botte: tremila anni di storia, curato dal del dott. Marco Mozzone, archeologo della vite e del vino, tra i curatori dei contenuti museologici del Wi.Mu., Museo del vino di Barolo.

Il workshop consisterà in una visita tematica al museo e in particolare alle sale contenenti reperti inerenti alla storia del bere, dal Neolitico all’età romana, in compagnia dell’archeologo esperto di storia del vino. Lungo il percorso di visita saranno allestiti più punti d’assaggio, nei quali il visitatore potrà assaggiare tre differenti vini, attinenti alla preistoria, all’epoca greco-romana, al medioevo-rinascimento.

Altro appuntamento gastronomico in Piazza Pertinace, nelle giornate del 23 (dalle 7,30 alle 14,00), 25, 30 aprile (tutto il giorno): si terrà il Mercato della Terra , di recente organizzato dal Comune di Alba d’intesa con Slow Food.

Ad arricchire l’offerta enogastronomica, dopo il positivo esordio sperimentato in occasione della Fiera internazionale del Tartufo 2010, sarà quindi riproposta l’iniziativa denominata “Open Alba”, in collaborazione con i commercianti del Centro Storico che, sabato 30 aprile, nel tardo pomeriggio, ospiteranno i produttori vinicoli nei loro locali, offrendo a turisti e appassionati degustazioni di prodotti tipici in abbinamento ai vini locali.. A partire dalle ore 19,00 nei bar l’aperitivo di Vinum con il Brut Alta Langa , in collaborazione con il Consorzio.

C’è di più. Da tempo di dibatte sulla nostra zona sull’opportunità di istituire una “scuola del vino”: giovedì 28 aprile, alle ore 17,30 presso la sala convegni del Palazzo Banca d’Alba, in Via Cavour 4 si terrà l’incontro dibattito sull’ esperienza francese delle “scuole del vino” per enoturisti e professionisti, organizzato con Colline di qualità ed introdotto da Jean Charles Servant, Direttore dell’Ecole des Vins de Bourgogne. Intervengono Massimo Martinelli, enologo e Giancarlo Montardo, Vice Presidente dell’Ente del Turismo.

Nel fine settimana di Pasqua (22, 23, 24, 25 aprile) si terrà inoltre la prima edizione del festival folk Cantautori d’Italia – direzione artistica di Filippo Cosentino dell’associazione Milleunanota – che si concluderà con uno concerto speciale il 30 aprile in via Pertinace ad Alba: sarà un pomeriggio di grande musica nel quale si alterneranno Andrea Karro, Max Stona e Luca Mercurio (Green Production). In quest’occasione si proporrà per la prima volta, in collaborazione con i commercianti della via, un esperimento di pedonalizzazione di via Pertinace -trasformata in una sorta di“via del gusto”- che resterà dunque chiusa al traffico nei pomeriggi del 23, 25 e 30 aprile.

Inoltre, ad arricchire una vasta offerta musicale, quest’anno Vinum avrà 3 giorni dedicati alla grande musica. Si comincerà giovedì 28 aprile quando, in occasione dei 130 anni dell’azienda Pio Cesare, alle ore 21,00 presso il Teatro Sociale, si terrà, dopo una conversazione con la quarta generazione della famiglia, un concerto del Danilo Rea Trio: “Beatles in Jazz”.

Altri appuntamenti sono fissati per venerdì 29 aprile alle ore 22 in Piazza Risorgimento con Eugenio Finardi (“Electric tour”), e sabato 30 aprile, con i Quintorigo in Piazza Savona. In occasione dei due appuntamenti, già a partire dalle 18.30 circa, i caffè del centro storico, animeranno la città con i loro aperitivi musicali.

Per celebrare il 25 Aprile e la Resistenza si svolgerà, invece, per le vie del centro cittadino una FIACCOLATA. La partenza è fissata alle ore 20 in corso Piave all’altezza dell’ex Caserma Govone (ora Media Macrino) – dove alcune lapidi sono dedicate ai Partigiani caduti-, per proseguire verso il Monumento alla Resistenza collocato davanti all’ex Casa Fenoglio, in piazza Rossetti. Dopo la Fiaccolata, ritrovo alle 21.30 al Teatro sociale per il concerto di Gianmaria Testa insieme al clarinettista Gabriele Mirabassi e al contrabbassista Nicola Negrini. La serata è organizzata dall’A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) sez. Alba, Langhe, Roero e dal Comune di Alba.

Ma ci saranno anche appuntamenti sportivi: giovedì 28 aprile è atteso “Un quarto diVinum Maratona”: una corsa podistica non competitiva per le strade di Alba; mentre domenica 1° maggio gli sbandieratori albesi si esibiranno in Piazza Risorgiment
o con la manifestazione “ Bandiere per un amico” .

Per informazioni, contattare l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba al numero 0173/361051 o consultare il sito web www.vinumalba.com.

di Adriana Cesarò