Zubin Mehta riceve il premio Arca d’Oro 2007

settembre 3, 2007 in Attualità da Cinzia Modena

Zubin MehtaMartedì 4 settembre Zubin Mehta riceve a Torino il premio Arca d’Oro 2007, presso l’Aula Magna Rettorato dell’Università Torino, in Via Verdi 8 (ore 10.00).

  • Il premio

    La Nuova Arca (che promuove la musica per scoprire cultura ed eventi in Piemonte), in collaborazione con l’Università di Torino e il quotidiano La Stampa, ha istituito 14 anni fa il Premio Arca d’Oro, che viene assegnato a personalità che si sono distinte nell’ambito della musica classica,del teatro e in generale nel mondo della cultura. Nelle edizioni passate, l’Arca d’Oro è stata consegnata ai seguenti personaggi di rilievo:

    Luca Ronconi, nel 2006

    Carla Fracci, nel 2005

    Maurizio Scaparro, nel 2004

    Mirella Freni, nel 2003

    Paolo Conte, nel 2002

    Claudio Abbado, nel 1996

    Alfredo Kraus, nel 1994

    Yuri Ahronovitch, nel 1991

  • Zubin Mehta

    Nato nel 1936 a Bombay, vi riceve la prima educazione musicale dal padre Mehli Mehta, fondatore della Bombay Symphony Orchestra. Dopo aver iniziato gli studi di medicina nella sua città natale, nel 1954 si trasferisce a Vienna per seguire i corsi di direzione d’orchestra di Hans Swarowsky all’Akademie für Musik. Nel 1958 vince il Concorso Internazionale di Liverpool e quello dell’Accademia di Tanglewood.

    Dal 1961 inizia la sua collaborazione con i Wiener e i Berliner Philharmoniker e con la Israel Philharmonic Orchestra, complessi con i quali mantiene tutt’ora uno stretto rapporto. Nel 1969 diviene Music Adviser della Israel Philharmonic, di cui è nominato Direttore musicale nel 1977 e Direttore musicale a vita nell’81: con questa straordinaria orchestra ha tenuto più di 2000 concerti e guidato tournées in cinque continenti. D

    al 1978, e per tredici anni, la durata più lunga nella storia dell’orchestra, è Direttore musicale della New York Philharmonic. Dal 1985 è Direttore principale dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, della quale nel 2006 è nominato Direttore onorario a vita. Debutta nel repertorio operistico con Tosca a Montreal nel 1964.

    E’ presente con importanti produzioni al Metropolitan, alla Staatsoper di Vienna, al Covent Garden, alla Scala, all’Opera di Chicago, al Festival di Salisburgo nonché al Maggio Musicale Fiorentino con cui instaura un fecondo rapporto: cura infatti come responsabile artistico l’edizione ’86 del Festival e, oltre a essere impegnato in numerosissime produzioni sinfoniche e operistiche, guida l’Orchestra ed il Coro del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in frequenti tournées internazionali ed in prestigiose incisioni discografiche e dvd.

    Dal 1998 al 2006 è Direttore musicale della Bayerische Staatsoper dove dirige oltre 400 rappresentazioni e tournées in Europa e in Giappone; alla conclusione del suo impegno diviene Direttore onorario dell’orchestra e membro onorario del teatro bavarese. Fra le numerose onorificenze, il Nikisch-Ring consegnatogli da Karl Böhm, le cittadinanze onorarie di Firenze e Tel Aviv e nel 1997 la nomina a membro onorario della Staatsoper di Vienna.

    Nel 1999 le Nazioni Unite gli conferiscono il “Lifetime Achievement Peace and Tolerance Award”. È nominato Direttore onorario dei Wiener Philharmoniker nel 2001, dei Münchner Philharmoniker nel 2004 e della Los Angeles Philharmonic nel 2006. Dopo aver inaugurato il Palau de les Arts Reina Sofia di Valencia, è impegnato in un progetto triennale con il Ring wagneriano per la regia della Fura dels Baus a Firenze e a Valencia, e dirigerà lo spettacolo d’apertura del nuovo Teatro dell’Opera di Oslo nel 2008.

    di Cinzia Modena