Xics Xics Clown

aprile 5, 2001 in Spettacoli da Claris

Chi ha visitato Israele, in qualsiasi periodo del dopoguerra, ha riportato, nella valigia dei ricordi, sensazioni uniche, indimenticabili. Alcune violente, ad esempio le moltitudini di ragazzi che girano col mitra, come da noi gli studenti girano con lo zainetto, altre di poesia paesaggistica struggente. Come non pensare a Gerico e ai vicini monasteri, ad EinGedi e al mar Morto, a Masnada ed alla sua rocca… ma forse ancora di più colpisce Qumran, per l’alone di leggenda che quelle grotte nella roccia si portano dietro, perché sembra di ripassare nella mente, quando si è lì, secoli di storia, anzi millenni interi.

Sensazioni uniche che ora in modo poetico, quanto divertente, vengono portate sulla scena da quattro clown, protagonisti, fino a domenica allo Juvarra, di Xics Xics Clown. I Pentaclown e Simona Molari reinterpretano una tra le più importanti scoperte archeologiche del secolo scorso, offrendo lo spunto, in una stravagante pièce in bilico tra cronaca e fantasia, per una serata all’insegna del buonumore. Il ritrovamento dei misteriosi rotoli del Mar Morto è raccontato attraverso le peripezie dei quattro personaggi, che si incontrano nel deserto dì Giuda, alla ricerca, ognuno, di un proprio tesoro. Una visione originale di un avvenimento che, nel 1947, dilagò sulle pagine dei quotidiani di tutto il mondo.

Il deserto e il suo fascino diventano lo spazio in cui agiscono gli attori-clown, miscelando, in un cocktail assurdo, amori e leoni, attori e religione (l’ispirazione è fornita anche dai Vangeli Apocrifi), grotte nascoste e piste da circo.

E’ il debutto nazionale per questa piacevole pièce, scritta, diretta ed interpretata da Attilio Coniglio, Pasquale lppolito, Michele Raffa, Simona Molari e nata da un’idea di Paolo Stratta, con la scenografia di Elisa Gallo Rosso.

Il Multiteatro Juvarra, con Xics Xics Clown, riesce ad integrare efficacemente il rapporto tra prosa, teatro di figura, comicità, circo e teatro di strada. A questo non possiamo mancare di aggiungere la particolare attenzione del Multìteatro verso le giovani realtà. La somma di queste riflessioni regala questo spettacolo dall’atmosfera sognante e rumorosa al tempo stesso.

Il gruppo Pentaclown è nato a Torino nel 1980 da uno stage del grande clown “Bano” Ferrari. Da allora ha allestito vari spettacoli, ispirandosi alla clownerie tradizionale, in situazioni diverse (teatri, piazze, manifestazioni) sia in Italia, sia all’estero. Ha proseguito l’attività mettendo in scena produzioni interamente ideate dai componenti del gruppo, in particolare, “Clownstrofobia” del 1986, Sciaf… del 1990, “Clownazione”, ultima produzione di una trilogia significativa, segnata da un filo conduttore che ha come base la ricerca di una comicità originale che dalla tradizione sfocia nel surrealismo e nel misticismo. Le loro esibizioni in strada sono una possibilità per comunicare e rendere maggiormente vivibili spazi e luoghi delle nostre metropoli, stimolando l’incontro e la partecipazione.

Il loro si può quindi definire un teatro dell’anima, che riscopre le cose semplici e immediate, ma nello stesso tempo cariche di emozioni.

Xics Xics Clown

Teatro Juvarra – via Juvarra, 15 – Torino

Periodo: dal 2 all’8 aprile 2001

Orario: ore 20.45; domenica 8 aprile ore 16.00

Informazioni e prenotazioni: tel. 011.540.675; fax 011.517.084; e-mail: [email protected]

di Claris