VINUM ad Alba

aprile 21, 2006 in Enogastronomia da Stefano Mola

AlbaÈ ufficiale: la primavera enoturistica è aperta. Lo sancisce la trentesima (complimenti!) edizione di VINUM, manifestazione a cura di GoWine (con la collaborazione della Città di Alba, della Regione Piemonte, dell’Ente Turismo di Alba, Bra, Langhe e Roero). La città di Alba verrà gioiosamente ed invasa, con una occupazione del territorio che arriverà fino a rinominare le piazze (che prenderanno il nome dal vino che ospetranno). Il tutto accadrà il 22, 23 e 25 Aprile, con gran finale il 30 Aprile e il 1° Maggio.

La caratteristica è sempre la stessa: favorire l’incontro fra uomini e donne del vino e consumatori, entro lo scenario di un centro storico particolarmente attraente con l’impegno di ben cinque enoteche regionali. Tanto per dare un’idea: il Cortile della Maddalena diventerà in Piazza Barolo, Piazza Barbaresco e Piazza Colline di Alba; Piazza Savona verrà ribattezzata Piazza Roero, mentre Piazza Pertinace si trasformerà in Piazza Dolcetto-Barbera-Moscato. Non mancheranno gli spazi dedicati agli altri vini del territorio Piemontese ed un’ampia sezione riservata agli autoctoni italiani. Una selezione di vini da tutti i continenti animerà una speciale Enoteca, all’interno del centro Albagallerie. Particolare attesa c’è per l’annata del 2003 del Barbaresco.

Potrete quindi tranquillamente passeggiare per il centro della langa e assaggiare quanto più vi ispira. Non mancheranno anche i convegni, i momenti di riflessione sullo stato dell’arte dell’enologia e del turismo ad essa collegato.

Se invece avete voglia di colline, lunedì 24 Aprile, potrete prendere parte alle iniziative organizzate dalle enoteche regionali, in una giornata sotto il segno del turismo del vino. Ecco alcune delle iniziative: L’Enoteche Regionale del Barolo propone Barolo Full-Immersion ovvero due degustazioni guidate (ore 10:30 e ore 16:30) raccontate da tecnici e degustatori in abbinamento a formaggi locali tipici IGP. Seguirà una visita al terrazzo panoramico del castello con il racconto in diretta dei diversi Cru del Barolo con la vista che spazia da Novello fino a Monforte attraverso la suggestiva visione di tutti i comuni. Oppure, a Barbaresco alle ore 17:00, l’Enoteca Regionale propone una degustazione verticale di tre annate di Barbaresco, con a seguire un concerto di musica da camera (flauto, clarinetto, fagotto).

In ogni caso, ecco il programma completo.

di Stefano Mola