Venaria e l’apertura dell’anno Scolastico con Chiabotto

settembre 22, 2010 in Attualità da Adriana Cesarò

Christina Chiabotto a Venaria RealeMartedì 21 settembre, la Reggia di Venaria Reale è stata una delle protagoniste dell’inaugurazione dell’Anno Scolastico. L’evento che generalmente si svolge a Roma, quest’anno, e in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia (1861-2011, è stato esteso in altre città. A unire l’Italia, nei festeggiamenti, sono state le telecamere di Rai Uno che ha trasmesso, in collegamento diretto con: Venaria, Napoli e Roma, in presenza del Presidente Giorgio Napolitano e del Ministro Mariastella Gelmini.

A presentare l’evento dalla Reggia di Venaria, Cristina Chiabotto, mentre, dal Palazzo Reale di Napoli, Giorgia Luzzi. Fabrizio Frizzi ha presentato dalla piazza del Quirinale a Roma. La festa a Venaria Reale è stata popolata da tanti ragazzi delle scuole piemontesi che, in diretta televisiva, si sono predisposti nella formazione dello “stivale” creando l’Italia tricolore. In tutte le sedi gli studenti sono stati i protagonisti con animazioni coreografiche, balli e canti. Ospite sul palco di Venaria la giovanissima, Jessica Brando che ha cantato i brani: “Dimmi cosa sogni”, “Il colore del cuore” e “Dove non ci sono ore”, brano presentato all’ultimo Festival di Sanremo. Valerio Scanu, si è esibito da Napoli ed ha presentato il suo ultimo brano “ Indissolubile”. Da Roma, la brava Irene Grandi ha presentato il suo ultimo successo, “Alle porte del sogno”.

Jessica Brando a Venaria RealeL’anno scolastico si è aperto anche per i ragazzi che frequentano la Scuola Alberghiera di Carignano, “Norberto Bobbio” che hanno avuto il compito di allestire e preparare, nella sontuosa Galleria di Diana, piatti realizzati seguendo la tradizione delle ricette più importanti, partendo proprio dal 1861. I ragazzi, aiutati dai loro insegnati, hanno presentato una fantasia di bontà fatta di: Bicchierini con pinzimonio di verdure autunnali, pizzette destrutturate ai vari gusti, mezze sfere di peperoni e bagna caöda, pasticceria salata, riso venere (nero) con verdure, rotolo di pollo con farcia allo zafferano, fichi con feta e miele con nocciole, misto di verdure fritte in tempura (pastella con amido di riso), assortimento di frollini e paste secche piemontesi e cremino al gianduja. Torta tricolore con su scritto “Tutti a scuola”. Il tutto degustato con ottimi vini della tradizione italiana.

di Adriana Cesarò