Una montagna di emozioni

giugno 13, 2005 in Attualità da Adriana Cesarò

Oncino 2Domenica 12 giugno, nella splendida cornice montana di Oncino si è svolta la 6° edizione del Premio internazionale “Una montagna di emozioni”, patrocinato dal Corriere di Saluzzo, dal Comune di Oncino, dalla Ch’ambra d’Oc e Stellalpina. La premiazione si è svolta nella piccola Chiesa di S. Stefano, in presenza di un folto pubblico richiamato dal Premio che è una vetrina allestita con le parole semplici della poesia, mettendo in risalto il cuore della gente che ha accolto l’invito da ogni parte d’Italia e dall’estero. Molti premiati e familiari sono giunti il giorno precedente, alloggiando negli alberghi dell’alta Valle, altri invece hanno viaggiato tutta la notte ma arrivati alla meta, hanno dimenticato le ore trascorse in viaggio immergendosi ad ammirare il riposante panorama circondante.

Al concorso hanno partecipato autori italiani e stranieri ovunque residenti, senza limiti d’età. I partecipanti hanno inviato scritti di loro produzione, editi o inediti, mai segnalati o premiati in altri concorsi, a tema libero o trattanti le tematiche della montagna, in generale, o nello specifico del paese di Oncino. Vincitrici del Premio Assoluto, che si è portato a casa un’opera pittorica dell’artista Galizio è il racconto “Gli occhi di Sara” scritto a quattro mani da due giovani di Chatillon: Nadia Trevisan e Paola Zanin. Il concorso si suddivideva nelle seguenti sezioni: poesia singola, racconto breve, epistole, diaristica o fiabe, speciale autori oncinesi lingua d’Oc con testi letterari di ogni genere: poesie, racconti, fiabe, diaristica, testimonianze, canzoni, speciale autori stranieri, spazio giovani fino ai 17 anni. (con componimenti poetici o letterari di ogni tipo).

Presidente di Giuria: Oriana Pecchio (vincitrice del Premio S. Vincent di giornalismo 2004). La Giuria era composta da: Giorgio Merlo, Andrea Busso, Franco Bronzat, Daniele Mattio e dai giornalisti Adriana Cesarò, Fabrizio Pignatelli, Mario Banchio e Massimo Mathis. Una giornata all’insegna della poesia, della pace interiore ritrovata attraverso i racconti di “Una montagna di emozioni”. Iniziano le innumerevoli premiazioni e in prima fila una schiera di ragazzi che con semplicità hanno presentato le loro poesie, le loro giovani emozioni. Presente il Sindaco Mario Banchio e altre Autorità Politici ed Istituzionali. Voci del Premio nel declamare le poesie vincenti: Anna Formento del teatro Piccolo Varietà di Pinerolo e Livio Partiti, speaker radiofonico ed il figlio Gabriele. La presentazione è stata a cura della promotrice e organizzatrice del Premio Wilma Zanelli. Ospite del Premio, Claudio Bastrentaz, alpinista valdostano appena rientrato da una spedizione sull’Everest, è portatore della Bandiera Italiana nel mondo e uomo di montagna che scrive le sue riflessioni e le sue poesie a quota 8000 metri, dedicandole alla sua piccola Beatrice.

Questa edizione presenta delle novità che, vogliono essere soltanto il preludio di un fruttuoso rapporto di collaborazione tra il Premio ed alcuni Partners – ha spiegato Wilma Zanelli – infatti, potendo contare sull’appoggio di alcune importanti realtà della Valle Po, si possono anticipare per il prossimo anno, anche se non ancora ufficiale, in questo Concorso che è un raduno di poeti in alta quota, si offrirà ai vincitori la possibilità, attraverso premi particolari, di conoscere meglio il territorio, la sua cultura e le tradizioni, senza dimenticare l’aspetto gastronomico. Si offriranno soggiorni in rifugi, weekend presso alberghi dell’alta Valle.

Nel prossimo futuro, sempre aperti ai diversi modi di sentire ed interpretare i significati della montagna, verranno organizzati convegni, nel quale si tratteranno tutte le problematiche vecchie e nuove delle realtà montane, facendo in modo che, il premio diventi il fulcro intorno al quale potrebbero muoversi e ruotare numerose altre iniziative. Importante è l’utilizzo delle nuove tecnologie, per dare spazio ai talenti che utilizzano sempre di più internet. Grazie al Corriere di Saluzzo partirà una nuova iniziativa, quella dell’articolo giornalistico. Un concorso nel concorso che, premierà anche con la pubblicazione, il miglior articolo giornalistico. L’incontro con l’editore saluzzese, Paolo Fusta, permetterà al Premio di essere visibile sul sito internet e di offrire a chi ha una bella opera nel cassetto, già pronta, la pubblicazione del suo lavoro, basterà che l’autore salvi tutto il suo lavoro su un dischetto e poi dia un semplice ordine d’invio sulla tastiera del PC. Così, come ha fatto la prima vincitrice dell’edizione 2005 di “Occhio alla bozza”, la romana Mara Guidi. La giornata si è conclusa con la con la visitare dell’esposizione di documenti e libri rari di poesia del ‘900, curata dal Professore. Antonio Derro.

Adriana Cesarò

Segue classifica dei primi tre premiati di ogni sezione.

Oncino 1Sezione Poesia a tema libero:

1° Di Mezza Luigi (Torino) Passione mediterranea

2° Maria Carmela Errico (Cosenza) Pudore

3° Giuseppe Perosino (Cuneo) Desideri

3° Antonio Centorame (Paesana) Le madri pensierose

3° Lucia Ferrante (Novate Milanese) Bambini di Beslan

3° Gaetano Cugno (Roma) L’urlo

Poesia a tema specifico:

1° Maddalena Gabriella – Montagna viva ( Malo Vicenza)

2° Dino Bossolasco – Montagna madre (Bra)

Racconti a tema libero:

1° Nadia Trevisan & Paola Zanin (Chatillon ) Gli occhi di Sara

2° Mara Guidi (Roma) Voi che vivete sicuri

3° Nicola Molino (Aosta) Angeli custodi

3° Letiziana Pedoni (Saint Pierre) Per amor tuo

3° Marina Dionisi (Roma) La pietra venuta dal cielo

Racconti a tema specifico:

1° Marita Banchio (Brondello) Nato con la camicia

2° Iris Tiotto (Charvensod) La magia della Montagna

3° Patrizia Ducly (Aosta) Nostalgia di dolci ricordi

3° Perla Giannotti (Cuneo) Il bivacco

3° Umberto Mattone (Aosta) Il borgo incantato

Fiabe:

1° Itala Spurio (Acquaviva Picena) La colomba bianca

Sezione giovani

Prosa:

1° Elisa Papa ( Saluzzo) L’identità perduta

2° Serena Giusiano (Brossasco) L’inverno in montagna

3° Cassandra Venturini (Lendinara ) Piccola Perla

3° Stefania Martino (Venasca) Caro Diario

Poesia:

1° Dider Gal (Chatillon) Essere o non essere

2° Anastasia Bullo (Lendinara) Spazi Liberi

2° Roberta Manetti (Pino Torinese ) La montagna

Premio Internazionale in lingua straniera:

Agnes Colomban – Villard St. Pancrace (France) – Aux martyrs des feux de l’enfer

Julia Gabriel Julasse – A un menino do Pais (Mozambico)

Pasquale Cardines (Beira Mozambico) – Eyes (in lingua inglese)

Joãozinho Chicane E’ preciso de plantar (Mozambico)

Premio occhi alla bozza:

Mara Guidi (Roma)

di Adriana Cesarò