Trezeguet fa tredici

gennaio 20, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

E’ un Lippi prodigo di elogi per i suoi giocatori quello che si presenta in sala stampa dopo la vittoria della Juve sull’Atalanta. I complimenti sono soprattutto per Trezeguet e Nedved: “Oltre che per le reti che segna, Trezeguet sta migliorando moltissimo nella partecipazione al gioco. Siamo di fronte ad un potenziale grande campione; è ancora molto giovane e fra tre o quattro anni sarà uno dei grandi del calcio mondiale. Per quanto riguarda Nedved, è stata la migliore partita da quando è alla Juve. E’ stato un vero uomo-ovunque”.

Il tecnico bianconero è inoltre soddisfatto per la solidità del reparto arretrato bianconero: “Per vincere lo scudetto contano i gol fatti ma anche quelli subiti. E noi nelle ultime partite ne abbiamo incassato solo uno. Non male per una difesa che si diceva non potesse fare a meno di Montero”.

E’ naturalmente soddisfatto anche Trezeguet: “Spero di segnare ancora molte reti e magari di aggiudicarmi anche il titolo dei cannonieri, ma quello che conta soprattutto è che alla fine della stagione le Juve riesca a vincere qualcosa. Del mio rendimento personale sono contento, si tratta sicuramente della migliore stagione della mia carriera”.

Nell’Atalanta Vavassori ammette la superiorità bianconera: “Delle tre partite giocate contro i bianconeri questa è stata quella dove maggiormente si è fatta sentire la differenza di valori tra le due formazioni.

Taibi si sente invece esente da colpe in occasione della prima rete juventina: “Altre volte mi sono preso delle responsabilità che non erano mie, questa volta non intendo farlo. Sono uscito sul cross di Thuram chiamando la palla, ma il mio compagno non se l’è sentita di spostarsi dalla traiettoria e ci siamo ostacolati e mentre cercavo di recuperare la porta sono finito addosso a Sala. Sono cose che nel calcio possono succedere”. Oltre che con tre reti sul groppone, i bergamaschi sono tornati da Delle Alpi anche con tre giocatori infortunati: Sala (contusione alla coscia destra), Zauri (riacutizzarsi del problema al ginocchio sinistro) e Comandini (forte contusione al collo).

Juve: continua la striscia positiva

di Giovanni Rolle