Trento – Bondone

agosto 4, 2003 in Sport da Redazione

35325

Grande spettacolo il 12-13 Luglio in Trentino, alla 53esima edizione della Trento – Bondone,. La corsa, valida per il Campionato Europeo e per il Campionato Italiano Velocità Montagna, è rimasta l’unica gara di un certo spessore e di lunghezza paragonabile a quella dei “tempi eroici”.

I vari incidenti (spesso gravi, in una specialità che al posto delle vie di fuga che vediamo negli autodromi moderni presenta – tipicamente – roccia da un lato ed un burrone dall’altro) e la difficoltà nel tenere sotto controllo il pubblico che si assiepava a bordo strada, hanno fatto sì che solo poche corse siano sopravvissute fino ai giorni nostri, e quasi tutte si svolgono su un percorso ultra-ridotto. Pensiamo alla splendida Cesana-Sestrieres, che non si disputa più da anni, o alla Susa-Moncenisio ridotta a pochi chilometri da dover percorrere due volte.

35326

La Trento-Bondone è invece riuscita a mantenere il percorso di 17,3 chilometri per circa 1300 metri di dislivello. Ebbene… provate a pensare di dover memorizzare un percorso di quasi 20 km, con circa 40 tornanti e una sessantina di curve!!! Eppure quest’anno 251 piloti hanno preso il via della manifestazione. 251 non sono mica pochi… pensiamo che la Formula 1 fa fatica a schierare 20 vetture al via, che il campionato italiano velocità turismo schiera una decina di vettura per classe, e che i “formula challenge” raramente raggiungono i 40 partecipanti.

Ma il fascino della competizione trentina ha attirato piloti da tutta Italia e dall’estero. Dopo tutto, parliamo di una gara la cui prima edizione si svolse nel 1925, e che negli anni 50 vide partecipare i piloti ufficiali di case quali Ferrari, Porsche, Abarth, Lola etc etc. Una gara che nell’albo d’oro vede il mitico conte Wolfgang Von Trips che vinse nel 1958 su Porsche, il grande Ludovico Scarfiotti che vinse nel 62 e nel 65 ovviamente su Ferrari, fino al monumento delle corse in salita Mauro Nesti, che la vinse 8 volte tra il 75 e il 93.

Alla competizione di quest’anno si sono iscritte 81 auto storiche, tra cui questa

35327

incredibile Abarth 1000 Nuerburgring, che vediamo sollevare la ruota anteriore destra in uno dei tornanti a metà percorso. Sulle splendide strade del Trentino abbiamo potuto ammirare anche le Mini Cooper, le Alfa GTA, le sempre splendide Porsche 911, e qualche vera propria chicca come una Ferrari 250, una Jaguar E (ricordate Diabolik ?), due Lotus Elan, e due prototipi Abarth e Osella.

Oltre alle vetture di scaduta omologazione, tra cui una incredibile Porsche ex Gruppo “B”, le vetture moderne ci hanno deliziato con ben 21 iscritti nelle varie categorie Sport Prototipi (tra cui la splendida Lucchini gialla che potete ammirare ferma ai box nella foto precedente).

Il vincitore assoluto è stato Pasquale Irlando (foto), su Osella ufficiale, che grazie al minor peso e alla validità della “fiche” europea ha battuto anche i “mostri” con motore BMW 3000.

35328

Grande spettacolo per la Peugeot 206 WRC di Giorgio De Tisi, che ha deliziato il numerosissimo pubblico con una guida spettacolare, anche se non del tutto redditizia.

35329

Per concludere, un ringraziamento e una grandissima lode agli organizzatori della Scuderia Trentina, che come abbiamo già scritto sono gli unici ad essere riusciti a mantenere in vita una gara di queste dimensioni; la presenza di un Commissario ad ogni tornante, e la paziente indicazione di tutti i punti pericolosi per il pubblico nei 17 km ha fatto sì che anche quest’anno la manifestazione si concludesse senza incidenti.

Allora, cosa aspettate? Andate su Outlook (tanto lo so che lo usate, non provate neanche a mentire. Vedo dei nasi che si allungano!!!) e segnatevi il secondo e terzo fine settimana di Luglio del 2004, in cui si correrà la 54esima edizione. Cercatevi un bell’alberghetto nel centro di Trento, che è una cittadina splendida, andate a cena alla birreria Pedavena e prendete un piatto tipico innaffiato dalla fantastica birra di loro produzione, e il sabato e la domenica arrampicatevi fino a Candriai, dove potrete lasciare la macchina e fare a piedi un pezzo di salita fino a raggiungere un tornante di vostro gradimento. E godetevi lo spettacolo…

Links:

Sito Scuderia Trentina, con un bellissimo sito dedicato alla gara

Galleria completa delle fotografie della gara

di Mario Bertola