Trafiggere trafficando di parole

marzo 27, 2007 in Racconti da Cinzia Modena

fiore in una forestaTraffico. Traffic in inglese. Traffic il gruppo degli anni ’70. Tra F Fic. No, Bob. Questa volta il gioco non riesce. Spezzare parole per resuscitare altre parole oggi non trova soluzione. Sono pigro? Sì Bob, hai ragione. Sono stufo di fare giochini scemi quando non ne ho voglia. Se vuoi fallo tu.

Traffico di pensieri tra parole telefoni e messaggi. Telefoni cellulari e chat. Cellulari sms e mail. Il mondo scorre lungo canali invisibili. L’interfaccia utente porta a galla il pensiero. L’interfaccia macchina è per pochi tecnici. Impallinati, dici tu? Ok, Bob. Da Matrix in poi. Uomo utente cliente. Tecnico appassionato specializzato. Chi siamo noi? Bob, tu dici particelle molecolari raccolte in forme che si muovono secondo correnti ascensionali? Ed il pensiero dove rifugge? In quale definizione lo incastri? Il pensiero è tutto e nessuno? Ma BOB!! Stiamo perdendo contatto con la realtà se dici così! Stiamo passando da Star Trek a Pirandello e viceversa. No Bob. L’uomo non può perdere la sua dignità in questo modo. Dignità o identità, secondo te?

Traffico per le strade e traffico per i corridoi d’uffici. Non farmi arrabbiare Bob. Non è carino ricordare al tuo amico che tu sei comodamente disteso sulla sabbia ai Caraibi. Ah, con un cocktail in mano? E poi?!? Immagino tu sia anche accompagnato da una splendida creatura, no?

NO!?

WHY!?


Ops, ti sei lasciato con la tua compagna e sei partito per rilassarti dopo un mese di litigi? Ai Caraibi. Capisco.

Hai un improvviso rigetto per il genere femminile? Mi spiace. Io mi trovo sempre bene con loro. Poi si può scegliere. Statisticamente ci sono più donne che uomini. Non urlare, Bob! Ho capito che non te ne frega niente delle donne. (Ora. Quando busserai alle 5 del mattino per chiedere consiglio, comme d’habitude, ne riparleremo).

Traffico. Traffic Jam. Jump. Jump! Van Halen. Mitici! Bob, andiamo un concerto! Non puoi. Perchè? Sei troppo impegnato ai Caraibi?! Devi aiutare il padre di Nemo a ritrovare suo figlio? Ah. Ti ha tradito con un chitarrista che le avevi presentato dopo un concerto. Beh, Bob. Il mondo è pieno di chitarristi. Anche tu suoni. Scusa, dimenticavo. Tu suoni il piano ed il Sax. Le donne trovano sexy il Sax. Lei amava le vibrazioni? Intendi il gruppo intaliano? Non ti sento.. cosa!? Le vibrazioni in tutti i sensi, anche quelle musicali e ti diceva che con te non le sentiva. Che botta. Molto indelicata. Capisco che ora tu sia disteso. Moralmente e fisicamente. Dai. Beviamoci sopra e non parliamone più. Era una stronza. Te lo dice dopo un anno. Stronza.

cavernicolo arrabbiato

Bob, tra un sbronza e l’altra cosa stai leggendo?

libri libri libri

il potere di scegliere

CliKaMI!! Push!

di Cinzia Modena