Toro, un attacco delle polveri bagnate

aprile 29, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

Questo Toro non sa più vincere. A Venezia la squadra di Camolese, il cui ultimo successo risale al 30 marzo quando i granata si imposero sul Verona al Bentegodi, ha infilato il quarto 1-1 consecutivo. A rendere ancora più significativa questa considerazione contribuisce il fatto che il Torino nelle ultime due partite non sia riuscito ad andare al di là del pari contro il Lecce ed il Venezia, ovvero due squadre già retrocesse matematicamente.

Un altro dato interessante è la scarsa confidenza che gli attaccanti granata hanno mostrato di avere con la porta avversaria in questa stagione: mentre Camolese è riuscito ad ottenere dai suoi giocatori un certo equilibrio in fase difensiva (solo cinque squadre hanno incassato meno reti delle trentotto subite dai granata), soltanto le tre retrocesse ed il Perugia hanno segnato meno del Toro (trentasette gol). Numeri che possono essere spiegati solo in parte dall’atteggiamento accorto attuato da Camolese nella seconda metà del torneo, se si pensa che i tre attaccanti torinisti hanno realizzato tutti insieme una rete in meno dello juventino Trezeguet. Se Ferrante, con dieci gol, si è per lo meno confermato principale bocca da fuoco, pur essendo restato per alcuni mesi fuori squadra, la stagione di Lucarelli non è stata pienamente all’altezza delle aspettative, avendo l’ex bomberr del Lecce realizzato appena nove reti.

I quattro 1-1 consecutivi delle ultime giornate hanno fatto storcere il naso alla tifoseria, al punto che qualcuno sta incominciando a pensare che i giocatori abbiano poca voglia di partecipare all’Intertoto. E’ il caso di Danilo, presidente degli Ultras granata: “Questi pareggi ci hanno stufato ed è difficile da digerire anche la mancata vittoria contro una formazione già retrocessa. Sinceramente, mi sto sempre più convincendo che i giocatori, al contrario di quanto vanno proclamando ormai da alcune settimane, non abbiano alcuna intenzione di accorciare le vacanze per partecipare all’Intertoto”.

Il portavoce degli Ultras ha anche dato la propria versione degli incidenti avvenuti dopo la partita del Penzo, dove le due tifoserie si sono date battaglia per circa dieci minuti sul terreno di gioco: “Dopo il fischio dell’arbitro loro sono venuti sotto la nostra curva con il chiaro intento di provocarci, visto che non potevano avere nulla da festeggiare considerato come è andata a finire la stagione del Venezia. Purtroppo, dopo un campionato tranquillo, abbiamo vissuto un mese di aprile piuttosto agitato, con gli incidenti contro Bologna e Venezia, oltre alla chiusura del bar Sweet, il nostro storico OTTOMILA GIALLOROSSI

In vista della partita contro la Roma il Torino riprenderà la preparazione oggi pomeriggio. Sono da valutare le condizioni di Stefano Fattori, uscito nel finale del match di Venezia per una contrattura al piede destro. Per domenica sono attesi circa ottomila tifosi giallorossi, che verranno sistemati in curva Sud. Gli abbonati in quel settore verranno pertanto spostati primo anello Est.

di Giovanni Rolle