Toro, cancellare la parola crisi

settembre 23, 2002 in Sport da Giovanni Rolle

Zero punti in due partite. Con questo desolante “bottino” il Torino di Camolese si è ritrovato questa mattina al campo di allenamento di Orbassano per riprendere la preparazione. Niente lunedì canonico di riposo, quindi, per i granata, attesi questa settimana da un duplice impegno che vedrà il Toro in campo giovedì sera in Coppa Italia ad Empoli e domenica nella terza giornata di campionato a Modena.

Se in Toscana Camolese dovrebbe ricorrere al turn-over, mandando in campo le seconde scelte, la sfida con gli emiliani neopromossi rappresenta già una sorta di bivio per i granata. In un certo senso, infatti, il vero campionato del Torino incomincerà proprio con la gara contro la squadra di De Biasi: finalmente un’avversaria sulla carta alla portata degli uomini di Camolese dopo due impegni proibitivi contro Inter e Lazio. Nei programmi granata Modena rappresenta la tappa della svolta, dunque, anche se si tratterà affatto di una passeggiata, come ammonisce capitan Bucci: “A Modena andremo come al solito per conquistare i tre punti, poi bisognerà però vedere come si metteranno le cose in campo.

A prescindere dalla sorprendente vittoria di domenica scorsa a Roma, il Modena è una squadra da prendere con le molle e chiunque di noi pensasse ad una partita facile commetterebbe un grosso errore. Sia il Modena che l’Empoli giocano a ritmi elevatissimi ed in entrambe le occasioni ci sarà da soffrire”. Il portiere granata è poi ritornato sulla sconfitta di domenica scorsa e sul mortificante zero in classifica: “Dopo due sconfitte consecutive si tende a vedere tutto nero, ma non dobbiamo demoralizzarci, anche perché sia nella gara contro l’Inter che in quella con la Lazio non siamo stati surclassati. Contro i nerazzurri, nonostante la superiorità numerica, i nostri avversari non hanno dilagato, mentre contro la Lazio con un po’ di fortuna si poteva pareggiare.

Abbiamo avuto anche noi le nostre occasioni per segnare ed il loro gol è arrivato proprio nel momento in cui eravamo protesi alla ricerca del vantaggio. Infatti, il corner dal quale è scaturito il gol di Simeone è nato da un loro contropiede e l’abilità di Mihajlovic sui calci piazzati è nota a tutti”. Brutte notizie per Alessandro Conticchio. L’ex leccese, infortunatosi contro la Lazio, si è sottoposto ieri ad un esame medico che ha rilevato uno stiramento alla coscia destra. Il giocatore dovrà stare fermo per venti giorni e sarà costretto a saltare, oltre alla gara di Coppa Italia contro l’Empoli, le prossime sfide di campionato contro Modena e Milan. Altre cattive notizie potrebbero arrivare da Londra, dove domani verrà messa all’incanto la Coppa Italia del ’43 da Christie’s.

di Giovanni Rolle