Torna il Salone del Gusto

ottobre 20, 2008 in Attualità da Pierluigi Capra

Salone del gustoIl Salone Internazionale del Gusto, giunto ormai alla 7a edizione, si svolgerà in contemporanea con Terra Madre al Lingotto Fiere e all’Oval di Torino. È un mercato del cibo, un luogo d’incontro ed aggregazione dove si praticano l’economia e lo scambio, integrati da presenze consistenti e significative di cultura gastronomica e di consapevolezza etica e sociale. Ma è anche un modello di mercato, un richiamo alle forze positive del cibo buono, pulito e giusto impegnate a praticare nel mondo, tutto l’anno, la filosofia del mangiare sano.

Opereranno per 5 giorni i Laboratori del Gusto: iniziative ideate per far conoscere l’eccellenza della produzione artigiana, che presentano abbinamenti e degustazioni illustrati direttamente da esperti, produttori, agricoltori, artigiani e viticoltori.

Le Cucine e Isole del Gusto: un viaggio nella gastronomia, un’occasione per i vari territori, italiani e internazionali, di rappresentare appieno le loro tradizioni culinarie attraverso i prodotti e i piatti che ne sono l’espressione. Le cucine rappresentano la possibilità di affrontare un’esperienza sensoriale. Gli spazi saranno infatti spesso animati da spettacoli, conferenze o racconti che avvicinano e spiegano il mondo del cibo ai viaggiatori-degustatori del Salone.

Le Cucine di strada: un corridoio verso Terra Madre, che collega Lingotto Fiere e Oval, che accoglierà le cucine di strada, versione autentica del fast food, l’unica che piace a Slow Food, perché espressione della diversità culturale dei popoli e delle loro tradizioni secolari.

Il Mercato: cuore pulsante del Salone, con le sue bancarelle e i suoi stand rappresenterà un’occasione per tuffarsi in un mondo di prodotti da scoprire, riscoprire e assaggiare.

Si punterà al rilancio di un tentativo ambizioso. Un progetto al quale Carlin Petrini tiene molto, che punta alla creazione di una rete di mercati locali dove produttori agricoli e artigiani possano direttamente vendere al consumatore le loro produzioni, realizzando in un unico contesto i principi

che sono anche alla base del Salone del Gusto 2008

Terra Madre, incontro mondiale delle comunità del cibo provenienti da 153 nazioni nel mondo.

Terra Madre è il meeting internazionale di queste comunità. Nasce dalla rete di contatti e connessioni tra coloro che nel mondo coltivano, trasformano, commercializzano, cucinano, si impegnano a rafforzare le modalità di produzione locale, tradizionale ed ecologicamente sostenibili.

Ospiterà 1678 comunità del cibo. Saranno presenti a Torino 3587 contadini, allevatori, pescatori e produttori artigianali del settore agro-alimentare, 818 cuochi, 265 docenti universitari e rappresentanti di istituti di ricerca, 869 studenti, 216 musicisti, 712 osservatori, tecnici e istituzioni. Un vero popolo all’avanguardia mondiale.

Slow Food, associazione fondata da Carlin Petrini a Bra 22 anni fa, che raggiunge quest’anno il picco storico di 100.000 soci nel mondo.

Slow Food trae linfa vitale dalla rete di Terra Madre. Continua a difendere, per statuto e per convinzione, la biodiversità e i diritti dei popoli alla sovranità alimentare, sottolineando nell’edizione del Salone di quest’anno, l’importanza dei musicisti, degli animatori del tempo libero e della socialità che, al pari degli addetti ai lavori, sono altrettanto importanti nella cultura della tavola imbandita. Il tutto allo scopo di conferire importanza e destare attenzione alle tematiche del cibo buono, pulito e giusto.

Novità di questa edizione del Salone del Gusto saranno i giovani, universitari e contadini; perché la terra dovrà tornare in futuro a essere al centro delle tematiche mondiali e dell’attenzione della politica e dell’opinione pubblica perché solo attraverso il contributo delle nuove generazioni si può pensare allo sviluppo di un modello di vita alternativo per un’agricoltura a dimensione locale e umana.

Per informazioni:

www.salonedelgusto.it

www.salonedelgusto.com

www.terramadre.org

di Pierluigi Capra