Torinodanza Festival d’Autunno

marzo 28, 2008 in Spettacoli da Marcella Trapani

Greco Danza

  • E’ stata presentata il 20 marzo 2008 la rassegna Torinodanza Festival d’Autunno con la direzione artistica di Gigi Cristoforetti, progetto della Città di Torino realizzato dal Teatro Regio. All’incontro hanno preso parte l’Assessore alla Cultura della Città di Torino, Fiorenzo Alfieri, Daniela Formento, in rappresentanza dell’Assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Dario Disegni, Responsabile Area Cultura, Arte e Beni Ambientali della Compagnia di San Paolo, entrambi sostenitori del Festival, e Gigi Cristoforetti, Direttore artistico della rassegna. Sul versante degli artisti erano presenti Lieven Thyrion, presidente della compagnia belga Les Ballets C. de la B. e il coreografo italiano ma da tempo attivo nei Paesi Bassi Emio Greco con il quale Torinodanza ha avviato un progetto di collaborazione che porterà nella nostra città le ultime produzioni dell’artista.
  • Il nuovo Torinodanza Festival d’Autunno si articola in otto spettacoli di cui sei in prima italiana, con inizio a settembre e conclusione nel mese di novembre. Les Ballets C. de la B. saranno presenti alla rassegna con la loro intera produzione della stagione. Questa prestigiosa compagnia era già stata presente a Torino in questi ultimi anni: ricordiamo i loro spettacoli VSPRS nel 2006 nell’ambito del Focus 11, il Festival Internazionale di danza (v. Traspi del 12 settembre 2006) e IMPORT EXPORT di Koen Augustijnen su musiche di Charpentier, Clérambault, Couperin e Lambert (v. Traspi del 30 agosto 2007). De Les Ballets C. de la B. avevamo parlato diffusamente già nel 2005, presentando il balletto di A. Khan e S. Larbi Cherkaoui Zero Degree e molte informazioni sul sito internet della compagnia. Sidi Larbi Cherkaoui, tra l’altro, tornerà a Torino il 17 e 18 ottobre al Teatro Astra con una sua coreografia dal titolo ORIGINE, con quattro danzatori che rappresentano i punti cardinali e quattro grandi correnti culturali. Si tratta di una coproduzione con la Toneelhuis, il Théâtre de la Ville e la tanzhaus nrw Düusseldorf.
  • Les Ballets C. de la B. presentano invece il 26 e 27 settembre alle Limone Fonderie Teatrali di Moncalieri una coreografia di Alain Platel su musiche di Fabrizio Cassol, PITIE’, ispirato a La Passione secondo Matteo di Bach, anche questa una co-produzione internazionale con il Théâtre de la Ville, le Grand Théâtre du Luxembourg, la Ruhr Triennale 2008 e il KVS. In prima italiana assisteremo alla coreografia PATCHAGONIA di Lili Estaràs al Teatro Astra. Il 7 e l’8 novembre eseguiranno al Teatro Astra la coreografia di Ted Stoffer APHASIADISIAC, anche questa una co-produzione europea in prima italiana.
  • Emio Greco, insieme a Pieter C. Scholten, propone due opere impegnative, ispirate alla Divina Commedia, HELL, in cui i due coreografi esplorano i rapporti tra il linguaggio corporeo della danza e il teatro, l’opera e la musica contemporanea. E [purgatorio] POPOPERA, in cui sette ballerini e una cantante interagiscono con sette chitarre elettriche, danzando su una composizione tecnorock di Michael Gordon.
  • Altri spettacoli in programma sono ARENA, coreografia e danza di Israel Galvàn che apre la rassegna al Teatro Regio, un classico del repertorio flamenco che Galvàn rivisita radicalmente proponendo sei coreografie per sei tori e sei arene. Sempre a settembre dal 9 all’11, al Teatro Astra ci sarà lo spettacolo FENÊTRES di e con Mathurin Bolze, un luogo di incontro della danza con le arti circensi che promette momenti di grande emozione.

    V. anche i siti:

    www.lesballetscdela.be.

    www.emiogrecopc.nl

    di Marcella Trapani