Torinesi, è l’ora della svolta

ottobre 20, 2002 in Sport da Redazione

Quello che inizierà oggi pomeriggio sarà un altro fine settimana importante per il nostro calcio di serie D. Tutte e tre le nostre formazioni hanno per certi versi qualcosa da dimostrare.

Partiamo dall’Ivrea che oggi pomeriggio al “Pistoni riceverà il Borgosesia. Una squadra giovane ma tignosa quella novarese, che sta attraversando un momento di grande forma. Si attendono risposte importanti invece dagli arancioni, che devono migliorare soprattutto in fase realizzativa. L’uomo più in forma tra gli attaccanti sembra Nando Piro, che insieme a Bergantin forma una coppia potenzialmente micidiale. Iacolino oggi si aspetta che la sua squadra chiuda la partita il prima possibile, in modo da evitare le solite sofferenze finali. “Se riusciamo a sbagliare meno sotto porta possiamo davvero diventare i più forti”, è il ritornello che l’ex mister del Cuneo ripete da più di un mese. Vincere oggi significherebbe costringere la capolista Cossatese a non sbagliare domani nella sfida casalinga contro il temibile Saronno, squadra che punta decisamente alla vittoria finale.

Nel girone A, occhi puntati soprattutto sul Canavese di Gianni Frara, che dopo il pareggio casalingo con il Vigevano cerca conferme sul campo del Fiorenzuola. Ai rossoblù manca ancora la giusta fluidità di gioco, come conferma il nuovo arrivato Marco Sesia, l’uomo che dovrebbe risolvere gli attuali problemi in mezzo al campo, con la sua classe. “Non so ancora se domani giocherò titolare”, afferma l’ex giocatore di Reggina e Ancona. “stiamo procedendo per gradi perché mi manca ancora il ritmo partita”. Sulla situazione attuale del gruppo Marco ha le idee chiare. “Siamo una buona squadra che però è ancora alla ricerca di se stessa. Il mio rientro a pieno regime, (che dovrebbe avvenire tra una ventina di giorni), aiuterà a far arrivare qualche palla giocabile in più a Lerda e Pisasale”. Sulle possibilità del Canavese di rientrare nella lotta promozione regna l’ottimismo. “Fortunatamente non c’è una squadra ammazza campionato. Palazzolo e Voghera stanno facendo molto bene, ma mi aspetto ancora molto da noi, come da Casale e Cuneo”.

Ben diversa la situazione in casa Pinerolo. I biancoblù dovranno recarsi a Robbio privi di cinque uomini importanti, tra i quali Blandizzi e Ambrosino. “Giocheremo senza la difesa titolare ma noi proveremo ugualmente a vincere”, queste le dichiarazioni del tecnico Michele Delvecchio. “Noi prenderemo il più possibile, anche se la cosa più importante sarà muovere la classifica”.

Tra le altre partite di domani c’è molta attesa per il derby tra Casale e Cuneo. I biancorossi cercano di aggrapparsi al treno dell’alta classifica con i loro dodici punti. I nerostellati invece dopo un inizio difficile vogliono finalmente abbandonare il ruolo di eterna incompiuta. Chi vince domani rientra prepotentemente in ballo.

di Paolo Robino