Tigers, playoff da sogno

novembre 23, 2002 in Sport da Federico Danesi

Palpitante e tesa come solo una partita di football americano può essere, emozioni che solo i playoff sanno regalare. I giovani Tigers hanno esordito nella seconda fase della Junior League con un’esaltante vittoria sul sintetico di Bolzano, battendo una formazione temibile come i Giants e garantendosi la (quasi) matematica certezza di ospitare i quarti di finale per il titolo in casa, prima di un’eventuale rivincita in semifinale contro i Lions.

Il 22-20 finale fotografa esattamente una partita che sino all’ultimo ha avuto un esito incerto. Avrebbero potuto vincere i Giants, penalizzati eccessivamente dall’infortunio, patito quasi all’inizio, dal loro miglior runner, hanno vinto i Tigers, dimostrando di essere ormai maturi per il grande salto. E questo nella domenica che non ha visto in panchina coach Currence, assente assolutamente giustificato, visto che è nata la sua prima figlia.

Campo in condizioni appena accettabili, con le piogge degli ultimi giorni che per fortuna hanno concesso una tregua durante la partita. Bolzano è partito subito forte, ma nella prima azione offensiva i torinesi sono subito andati a segno, con un lungo lancio (45 yards) di Diego Sperandio per le mani sicure di Maida. Giorio ha trasformato per l’8-0 iniziale, ma nel secondo quarto i Giants hanno ribaltato il puntaggio, arrivando a condurre 14-8 con due mete su corsa e lancio. Prima dell’intervallo, comunque, è arrivato il pari con una corta corsa di Giorio.

Bolzano ha provato a forzare il punteggio nel terzo quarto ed è tornata in vantaggio con un’altra azione di lancio (20-14) e a poco più di quattro minuti dal fischio finale un fumble su Sperandio (con palla recuperata dai Giants) fa temere il peggio. Nemmeno per idea, perché la difesa dei Tigers ha fermato quasi subito Bolzano e così l’attacco ha costruito un nuovo drive vincente, basato sulle corse poderose di Giorio e sulla ricezione da td di Musolino che a 1’50” dalla fine ha impattato. La successiva trasformazione è stata realizzata direttamente da Sperandio e così si è concretizzato quanto alla vigilia era solo un sogno.

Con la vittoria i Tigers hanno affiancato proprio i Giants a quota 1 nella classifica del gironcino, alle spalle dei Lions, e sabato prossimo (kick-off alle 21) al Motovelodromo battendo i Bengals Brescia, che domenica sono stati battuti da Bergamo (40-14), potranno arrivare secondi e giocarsi in casa la gara dei quarti di finale.

Note molto meno liete per i Blacks Rivoli, travolti a Parma nel girone di consolazione dai Panthers (26-0). Il campo ai limiti della praticabilità, uguale comunque per entrambe le formazioni, non è una scusante. Troppo ha pesato l’assenza di Enrico Brena, ancora alle prese con una fastidiosa influenza, e non sono bastati i soliti Rossetti, Llana e Amarante. Domenica a Cascine Vica arriveranno i Red Jackets Sarzana, ma nulla, comunque, è compromesso.

di Federico Danesi