Tierra que nunca duerme

novembre 25, 2010 in Arte da Benedetta Gigli

Il corpo, il piacere, la morte, la malattia, l’amicizia e l’amore, la famiglia, la socialità, la solitudine e la percezione del tempo sono parte di quel corridoio immaginifico che è espressione del patrimonio intangibile tra Torino e Buenos Aires

tierra che nunca dormeIl 3 dicembre verrà inaugurata presso la succursale del Museo del Design GH, che si trova nella Sala 200 di Eataly in via Nizza, la mostra di Raquel Nollmann, pittrice argentina arrivata a Torino da Buenos Aires qualche anno fa.

La sua opera affronta spesso il tema dell’emigrazione attraverso alcuni argomenti centrali come il viaggio o la partenza che rappresentano il momento della separazione da un mondo familiare verso l’ignoto oppure la condizione umana di chi nella terra in cui approda forse cerca il bene incondizionato e la salvezza, di chi nella landa straniera, seppur con tutte le difficoltà e il disagio per la lontananza da casa cerca di costruirsi una nuova territorialità.

L’artista cerca quindi di imprimere sulla tela la lacerazione dell’anima, oscillante tra speranza e fiducia nel futuro, nostalgia e rabbia, senso di appartenenza e sconfitta e soprattutto in questa mostra viene espresso l’idea che nella buona e nella cattiva sorte, le terre di emigranti, come l’Italia e l’Argentina, sono unite da destini sottili, che intrecciano le proprie esperienze personali nella costruzione del vissuto collettivo.

La mostra è promossa dal Museo del Design GH attraverso la rassegna GREEN MOOD ed è curata da Monica Mantelli.

Il vernissage della mostra si terrà Vemerdì 3 dicembre, dalle 18:00 alle 21:30, con testimonianze e interventi di tango e argentinità. Interverrà Giovanni Maria Ferraris, Assessore alle Relazioni Internazionali della Città di Torino.

INORMAZIONI

MUSEO DEL DESIGN GH @ EATALY

Sala 200 (Primo Piano),via Nizza 230, Torino

Dal 3 dicembre 2010 al 28 febbraio 2011.

Orario 10-22.

Ingresso libero.

[email protected]

www.museodeldesign.it

www.galliano.it

di Benedetta Gigli