Tag Sale alla Paracca

novembre 29, 2002 in Attualità da Stefano Mola

29040(1)Insomma, è inutile fare finta di niente. Del resto sarebbe molto difficile. Dovreste tapparvi gli occhi e le orecchie, e cose come ad esempio guidare diventerebbero molto difficili. Certo che sto parlando del Natale. Insomma, quasi avevate ancora nelle tasche la sabbia della spiaggia e già nei supermercati, nei grandi magazzini, nei centri commerciali dovevate scansare i babbi natale e farvi largo a colpi di machete tra liane di decorazioni natalizie.

Sia chiaro che non abbiamo niente contro il Natale. Lo amiamo moltissimo. Solo che, ecco, a volte, iniziare troppo presto poi toglie il gusto, diluisce l’emozione, fa pensare a una cosa sola: all’ansia da regalo mancante.

Difficile, il regalo. Piacere e angoscia riescono a mescolarsi sottilmente e, spesso, inestricabilmente. Saprò essere veramente originale? Il Bobo, mica quest’anno mi farà di nuovo un pensiero che poi glielo devo fare anch’io? Vedrò sul suo volto un sorriso che mescola tutto, piacere emozione e sorpresa e affetto, quando avrà divelto la carta dorata? Eccetera.

Ma perché questo articolo si chiama Tag Sale? Iniziamo a capire cosa è un Tag Sale. È una cosa che si fa negli USA. C’è una casa, meglio di solito un garage, e la gente che ci abita mette in mostra lì delle cose strane, originali, che magari non gli servono più. Ma siccome nella vita non c’è una regola e le persone sono diverse, ad esempio voi quella lampada lì vi illumina proprio, è quella che starebbe benissimo sopra il mobile del soggiorno. Oppure un grammofono. Non avete sempre sognato un grammofono? Allora vi avvicinate, e sopra c’è un Tag. Si, un Tag, un’etichetta, con un prezzo. E magari con due soldi vi portate via qualcosa che veramente farà illuminare lei/lui. Capito? Negli USA funziona che uno lo sa col passa parola, di solito.

Bene. Adesso che me ne faccio, direte voi? Prima mi risvegli l’angoscia da regalo, che mi ero dimenticato proprio un attimo fa, e poi mi parli di una roba interessante e curiosa, certo, e io? Prendo un aereo sorvolo l’atlantico vado in giro per le strade dell’Indiana per esempio, che magari c’è pure una tempesta di neve, e aspetto che qualcuno mi passi parola?

E no. Qui vi sbagliate. C’è una logica. Perché un Tag Sale lo avrete a pochi chilometri da Torino. Esattamente alla cascina La Paracca, a Villanova, da venerdì 29 novembre a domenica 1 dicembre, dalle 10 alle 20. Non solo potrete trovare il regalo che… eccetera, ma sarà anche l’occasione per un’opera di bene (almeno sotto Natale, via). Un parte del ricavato del Tag Sale andrà in beneficenza, per le iniziative dell’Avo, l’Associazione che si occupa del volontariato negli ospedali.

Tra l’altro, ve lo abbiamo già detto, La Paracca è veramente un posto bellissimo. Là vi aspettano non solo il Tag Sale, ma anche caffè e brioches, torte e tisane, tartine e buon vino.

Fateci poi sapere se col regalo ci avete azzeccato.

Tag Sale a La Paracca

Venerdi 29, Sabato 30 novembre e Domenica 1 dicembre

dalle ore 10 alle ore 20

Per info: www.laparacca.com

di Stefano Mola