Swish Swish, l’amore assoluto

gennaio 9, 2002 in Spettacoli da Stefania Martini

Anche quest’anno il Teatro Gioiello presenta in cartellone uno spettacolo a “tenuta”, ovvero che viene riproposto tutte le sere nel corso dell’intera stagione.

Un appartamento, la tana, il luogo di incontro protagonista e spettatore di tutte le vicende che si intrecciano, l’unico punto fermo della storia, dove tutti ritornano prima o poi, comunque.

Un gruppo di amici trentenni alle prese con la vita: Lucio e Bea, coppia “storica” sull’orlo (e pure oltre) di una crisi di nervi; Tillo, scanzonato, frizzante, ammiccante e forse un po’ cinico venditore di pesci tropicali; Simo, l”altra” donna sempre nell’ombra eppure così presente, che sogna di perdersi nell’amore; Sol, il pittore stralunato che vorrebbe inventare nuovi colori, l’amico ingenuo; Dante e Cate, che si incontrano esclusivamente per fare sesso estremo e solo per dimenticare i precedenti amori, tra uno squillo di cellulare ed il successivo; Rita, in bilico tra una crisi sentimentale e l’altra, insicura, schiacciata dalla presenza ingombrante della madre, l’insopportabile signora Tebandi.

Questi sono i protagonisti di Swish Swish L’amore assoluto, una piéce che fa ridere, arrabbiare, emozionare e, soprattutto… innamorare!

Sono giovani intorno ai trent’anni, lavoratori, amanti, sognatori che cercano di risolvere la loro “orrenda” giornata, uomini e donne eternamente incomprensibili gli uni per le altre, e viceversa.

Swish è una spassosa “foto di gruppo con signora” – sì, perché è coinvolta anche una mamma, “super partes” alla ricerca della propria giovinezza, che non capisce ma ama e affronta i “figli” generazionali -, una “foto di gruppo” profumata di ironia, caustica quando serve, per uno spettacolo che vuole introdursi, oltre l’ovvio, dentro la vita, prendendo forma in un piroettante risveglio di colpi di scena e risate sincere, alla ricerca dell’amore assoluto.

E poi c’è il pubblico che entra all’interno dell’appartamento, che partecipa alle vicende che si svolgono sul palcoscenico e non solo, che viene contagiato dalla verve dei protagonisti e parteggia per uno o per l’altro, che ..… può creare a suo piacimento il finale della commedia, ogni sera diverso, per alzata di mano.

Risate ed applausi per i sei incasinatissimi baldi giovani.

Swish Swish, l’amore assoluto

Teatro Gioiello

Via C. Colombo 31 bis – Torino.

Informazioni: tel. 011/5805768.

di Stefania Martini