Sulle punte Mosca raggiunge Torino

dicembre 2, 2008 in Spettacoli da Gabriella Grea

Cajkoskji ha composto tre poemi coreografici Il lago dei Cigni (1877), La Bella Addormentata (1890) e Lo Schiaccianoci (1892). Qui, più che nel resto della sua produzione musicale, emergono i suoi sentimenti più nascosti, attraverso la musica ricostruisce il disagio ed i tormenti della sua vita interiore, con le contraddizioni che la accompagnano. Cajkoskji avvicinandosi al tramonto della sua esistenza tocca i vertici di una rara compiutezza espressiva e di una suprema raffinatezza armonica e timbrica. Tra le note di una musica superficialmente ritenuta “facile” si annidano amarezza e scoramento, quasi un confessarsi in musica, che costituisce l’aspetto più singolare del linguaggio musicale del compositore.

La Bella Addormentata è ispirata alla celebre fiaba di Charles Perrault e segna l’inizio della collaborazione tra Cajkoskji e il coreografo Marius Petipa. Lo spettacolo che ne risulta è un balletto lussuoso e affascinante, considerato da allora un insuperabile manuale di danza accademica. Resta in ogni caso lo Schiaccianoci la creazione più geniale del musicista: l’ispirazione si fonde con la straordinaria perizia tecnica: un esempio paradigmatico è il Pas de Deux che segue il Valzer dei Fiori . Lo Schiaccianoci è una favola borghese, ispirata al racconto di E.T.A. Hoffmann, che va in scena dal 1892, da allora in poi ha sempre ottenuto un successo trionfale nelle numerose versioni coreografiche, create in tutto il mondo.

Irina Nesterova Vorotnik firma i due spettacoli in scena al Colosseo: alleggerisce la coreografia e le scene da ridondanti e obsoleti manierismi, nel rispetto della secolare tradizione della danse d’école, figlia delal Grande Madre Russia.

Il Balletto di Mosca – la Classique-, fondato nel 1990 da Elik Melikov, imprenditore e uomo di teatro, è presente in Italia dal 1991ed è composto da ballerini provenienti dal Bol’soj di Mosca, dal Kirov di San Pietroburgo, nonché dai Ballets Theatres di Kiev. Annovera tra i suoi spettacoli i capolavori di Chajkoskji, il Don Chisciotte, La Vedova Allegra, insieme ad altri grandi classici come Cenerentole, Giselle e Coppelia.

Se le punte di diamante del Balletto sono Jana Kazantseva, Dimitry Smirnov e Vera Sharipova, anche gli altri ballerini dimostrano un talento eccezionale. Rigorosamente formati in accademia, provengono dalle migliori scuole del Paese per realizzare un corpo di ballo scelto tra i migliori danzatori neodiplomati e i ballerini di provata esperienza: molte stelle della danza russa si sono esibite con questa compagnia.

Il Balletto Russo –La Classique- predilige la coreografia classica perché la Russia è la patria del classicismo coreutico, ma il successo nei teatri all’ estero dimostra l’amore verso la tradizione accedemica e il balletto classico anche del pubblico straniero.

Torino sotto la neve, come una San Pietroburgo in miniatura, aspetta composta che si alzi il sipario

per lasciarsi riscaldare dal romantico tepore della danza.

Teatro Colosseo

via Madama Cristina 71

011 6505195

6 dicembre h 21.00 La bella Addormentata

7 dicembre h 21.00 Lo Schiaccianoci

8 dicembre h 16.00 Lo Schiaccianoci

Biglietteria

aperta da lunedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00

Il Teatro Colosseo è punto vendita Ticket One

www.teatrocolosseo.it

di Gabriella Grea