Sudate Carte: premiazione 2008!

giugno 17, 2008 in Attualità da Redazione

Il Magnifico Rettore del Politecnico di Torino, Francesco Profumo, e gli ingegneri Pasquale Pappacoda e Claudio Arissone conducono la premiazione di Sudate Carte, concorso letterario promosso dall’Associazione Culturale Il Traspiratore in collaborazione con Politecnico di Torino, CTS e Le Baladin.

La presentazione del libro con le opere finaliste e la cerimonia di premiazione della VI edizione del concorso si svolgeranno mercoledì 18 maggio alle ore 17.00 presso la sala Consiglio di Facoltà  del Politecnico di Torino (c.so Duca degli Abruzzi, 24 – Torino).

Logo Vitta“Le scoperte, le innovazioni partono sempre dall’uomo e lì devono tornare. Stimolare l’inclinazione verso il patrimonio condiviso della cultura, persino attraverso un concorso artistico-letterario, vuol dire indurre a mettere in campo, sullo stesso piano, il desiderio di emergere, la creatività, l’intelligenza, l’intuito. Tutte doti indispensabili a fare di un ottimo laureato una persona che può fare la differenza, nella vita come nel lavoro. Per questo ritengo si debba continuare ad offrire un ruolo propulsivo ad attività quali Sudate Carte.

Le competenze, la predisposizione, l’estro devono poter convergere e svilupparsi con responsabilità in ogni giovane, con la mediazione delle istituzioni. Il cuore dell’Università stessa è negli studenti e l’importante è farlo battere, quale che ne sia il motore: una formula matematica o un racconto, la scienza o un disegno, l’uso della ragione o una poesia.” Così si esprime il prof. Francesco Profumo, Magnifico Rettore del Politecnico di Torino, commentando le opere finaliste della sesta edizione di Sudate Carte, atipico concorso artistico-letterario organizzato dall’Associazione Culturale Il Traspiratore.

Atipico è proprio la parola giusta, perché si abbina perfettamente sia al target dei concorrenti (gli studenti, ben 26.000, del Politecnico più famoso d’Italia, sparsi per le facoltà di Ingegneria e Architettura nelle sedi di Torino, Alessandria, Biella, Ivrea, Mondovì, Vercelli e Verrès), sia al tema delle opere del concorso. I racconti, le poesie e i disegni quest’anno sono ispirati a “tempo”, tema scelto, dopo sudore, viaggio, ghiaccio, carta e palla delle scorse edizioni, in quanto cruciale nel mondo odierno. Soprattutto in quello dei giovani, che si trovano a vivere in un’epoca in cui le distanze temporali sono assolutamente inferiori, anche solo rispetto a quelle della generazione precedente.

I giovani autori hanno saputo interpretare al meglio il tema, declinando le varie interpretazioni che la parola tempo ammette, con racconti densi di ricordi dell’infanzia, poesie incentrate sulla vacuità della dimensione temporale e disegni dove delle clessidre surreali hanno avuto una parte importante.

Il tema è comunque risultato !’molto gradito agli studenti, in quanto, quest’anno, il concorso ha registrato il numero massimo di partecipanti mai raggiunto, con oltre 200 opere ricevute. Segno sia di quanto il tempo sia un valore importante per i giovani che stanno affacciandosi alla vita professionale, sia di quanto il concorso sia ormai radicato nella vita culturale del Politecnico, grazie al sudore degli organizzatori, l’Associazione Culturale Il Traspiratore, il cui motto è “Il genio è per l’1% intuizione e per il 99% traspirazione”, in omaggio al celebre inventore Thomas Edison.

Mercoledì 18 maggio, alle ore 17.00, presso la sala Consiglio di Facoltà del Politecnico di Torino (c.so Duca degli Abruzzi, 24 – Torino), si svolgerà l’atto conclusivo della corrente edizione di ‘Sudate Carte’. La cerimonia di premiazione dei vincitori (in palio premi in denaro e viaggi offerti dal CTS) si allaccerà alla presentazione del libro ‘Sudate Carte 2008 – 29 artisti poliritmici’, che raccoglie le 30 opere migliori (dieci poesie, opere di grafica e racconti rispettivamente) e le testimonianze dei giurati sul loro rapporto con il tempo.

Nel libro, infatti, sono anche raccolte delle brevi interviste ai docenti Vittorio Pasteris e Donato Firrao, agli scrittori e giornalisti Paola Mastrocola (vincitore Premio Campiello 2004), Carlo Grande, Claudia Ferraresi Marino Periotto, Gianni Chiostri e Luca Ragagnin, alla poetessa Rosy Bianchini di Martino, all’artista concettuale Francesco Longo, al dirigente arbitrale Alfredo Trentalange.

Il volume, con le prefazioni del Magnifico Rettore del Politecnico Francesco Profumo, dell’Assessore alla Cultura della Regione Piemonte Gianni Oliva e di Pasquale Pappacoda, ingegnere elettrotecnico e consulente manageriale, nonché presidente della giuria di qualità del concorso, viene stampato in 1.500 copie ed è distribuito gratuitamente nelle sedi del Politecnico e nelle biblioteche del Piemonte.

E saranno proprio Pasquale Pappacoda, i giurati ed il Rettore del Politecnico ad incontrare i giovani vincitori di questo insolito concorso letterario. “Sudate Carte è un concorso-stimolo per la creatività letteraria, poetica, artistica di tutti coloro che frequentano il Politecnico di Torino. Chiedere racconti, poesie e disegni a chi quotidianamente si cimenta con equazioni e calcestruzzo, potrebbe sembrare un azzardo. Invece no. Questa manifestazione, giunta alla sua sesta edizione consecutiva, può essere ormai considerata un appuntamento centrale nella vita culturale del Politecnico e del Piemonte”, spiega Stefano Mola, presidente della giuria di selezione, che aggiunge “Le opere dei concorrenti si sono sviluppate seguendo vari filoni, ne risulta un volume ricco di spunti intriganti in ogni sua pagina”.

L’iniziativa, unica nel suo genere, ideata ed organizzata dall’Associazione Culturale Il Traspiratore grazie al supporto istituzionale del Politecnico di Torino ed alla partnership con CTS, Le Baladin e Casa Dada, si è avvalsa dei patrocini delle Regioni e dei Comuni interessati.

di redazione