Storia del cuore

novembre 28, 2001 in Technology da Momy

25137Sono passati 34 anni da quando Christian Barnard, all’epoca sconosciuto chirurgo sudafricano, effettuò il primo trapianto di cuore. In uno sperduto ospedale del Sudafrica, nel 1967 fu scritta una delle pagine più importanti della storia della medicina. Il rapido progresso che è avvenuto in campo cardiologico e cardiochirurgico negli anni recenti, ha reso quasi banali questi interventi, che erano proibitivi sino a pochi decenni fa.

Di questo si parla, nel terzo appuntamento di GiovedìScienza. Un viaggio intrigante e affascinante nei meandri dell’organo più importante del nostro corpo, quello che ci fa vivere, soffrire, gioire, amare…

Le nuove tecniche di intervento e le innumerevoli scienze che ruotano intorno alla medicina del cuore saranno al centro della serata, illustrate con semplicità e dovizia di particolari dal professor Ugo Tesler.

Il progresso in campo cardiochirurgico è da attribuirsi principalmente alla stretta collaborazione che è andata sempre più sviluppandosi in campi scientifici e tecnici assai diversi tra loro: dalle scienze di base alla medicina clinica e all’ingegneria. Mentre lo sviluppo delle scienze più strettamente mediche coinvolge, tra le altre discipline, la genetica, la fisiologia e la farmacologia; le tecnologie coinvolte nello sviluppo delle nuove terapie per le malattie del cuore spaziano dalla meccanica alla scienza dei materiali, dai sempre più perfezionati sensori e trasduttori, all’elettronica avanzata, dai sistemi energetici alla fisica delle onde elettromagnetiche. Questa tendenza ha addirittura condotto allo sviluppo di discipline intermedie, alcune delle quali cominciano a svilupparsi autonomamente, realizzando nuovi campi di ricerca scientifica pura e applicata: una straordinaria storia dell’evoluzione delle conoscenze e delle tecniche adottate nel trattamento delle malattie cardiache che non mancherà di sorprendere e suscitare ammirazione.

Ugo Tesler – Cardiochirurgo

Ugo Tesler si occupa di cardiochirurgia da circa un trentennio e ne ha vissuto l’evoluzione a partire dalla introduzione delle procedure, quasi pionieristiche dei primi anni ’60, fino all’adozione delle più recenti tecniche. Ha lavorato quasi dieci anni negli Stati Uniti e, in particolare, a Houston, sotto la guida di Michael De Bakey e Denton Cooley, partecipando alle prime esperienze di by-pass aorto-coronarico, di trapianto cardiaco e di impianto del cuore artificiale totale. In Italia ha poi realizzato il Centro cardiochirurgico dell’Ospedale San Carlo di Potenza, dove ha lavorato dal 1977 al 1999, quando si è spostato a Milano. È autore di quattro monografie e circa 70 pubblicazioni.

Storia del cuore

Ciclo GiovedìScienza

giovedì 29 novembre 2001 ore 17.45

Ingresso libero

Teatro Colosseo – Via Madama Cristina

di Monica Mautino