Sognando di volare

ottobre 22, 2002 in Arte da Sonia Gallesio

32166Colline variopinte, sentieri nivei, alberi dalla chioma filiforme – svettante verso il cielo, villaggi che paiono animati e che forse lo sono davvero… Le atmosfere ricreate da Antonio Ravelli ci rimandano al sogno, al gioco, ad una dimensione fantastica fatta di sospiri e di colori. Ci guidano in un singolare mondo governato da sensazioni e pensieri, nel quale le costruzioni, che raccontano di noi, danno l’impressione di disporre di una vita autonoma. Le sue case, se osservate con cura, si rivelano – infatti – quali vere e proprie entità: talvolta sembrano morbidose come gommapiuma e in certi istanti paiono indietreggiare spaventate all’arrivo di una tempesta; alcune notti sonnecchiano (Borgo addormentato) ed altre si protraggono stirandosi, o addirittura si alzano in volo, verso la luna (In corsa di notte).

32164L’arte di Antonio Ravelli è intima, preziosa, incantata, carezzata da spontanee speranze ma anche sfiorata da venti malinconici. Le sue casupole caratteristiche, piccole scatolette flessuose raggruppate a formare fiabeschi paeselli, sembrano riflettere, ricordare e – al contempo – attendere imprevedibili accadimenti… Diffondono prevalentemente serenità ed armonia, nonostante – di tanto in tanto – lascino trasparire qualche lieve timore. Oltre alle case, anche la luna ed i gatti si rivelano temi cari all’autore – icone che riportano al mistero, alla magia dell’oscurità, ad alcune tipiche seduzioni surrealiste. L’artista, nato nel 1958 in provincia di Rovigo, si è avvicinato al disegno e alla pittura, con grande entusiasmo, da autodidatta. Nel corso degli anni, ha tenuto diverse personali e partecipato a svariate collettive di rilievo.

Sognando di volare – Antonio Ravelli

Fino al 7 novembre 2002

Roll Play Café, Piazza Castello 117, Torino

Tel. 011538853

Orari: dalle 07.00 alle 02.00, chiuso mercoledì

di Sonia Gallesio