Sirenette d’estate…

maggio 13, 2008 in Moda da Redazione

…sulla cresta dell’onda col beachwear che sarà

semeli_moda bagno estate 2008“…Mare profumo di mare…” così canticchiava la sigla del celebre telefilm Love Boat (erano gli anni ’80!) ed in effetti archiviate le vacanze di Pasqua con le inevitabili abbuffate, pranzi pantagruelici, maratone a tavola è ora della remise en forme pre vacanziera. L’estate è alle porte e non si può certo giungere impreparate alla prova costume.

Già, ma una volta completata l’opera di “ristrutturazione” bisogna anche saper scegliere il costume più adatto per mostrare orgogliose i risultati di dure sessioni di training in palestra e fioretti alimentari.

Era l’estate del ’94, avevo 14 anni ed ero in vacanza nella modaiola Rimini. Per non essere da meno delle ragazze tutte in tiro della spiaggia ho comprato il mio primo bikini: semplicissimo, nero a triangolino. Ero contentissima, mi sentivo ormai grande e mi atteggiavo a piccola donna. Peccato che fossi un’acciughina e che avessi qualche difficoltà a riempirlo: diciamo che non sono proprio il classico tipo mediterraneo per intenderci, potrei assomigliare molto di più al Tavoliere delle Puglie ma nonostante tutto camminavo civettuola per le file di ombrelloni sognando di far perder la testa a qualche bel bagnino.

moda mare 2008Gli anni sono passati e la moda mare è cambiata con loro: parlare semplicemente di bikini suona riduttivo, non ha più senso. Scendere in spiaggia perfettamente agghindate e alla moda è un dictat, i costumi monocolore ormai sono praticamente scomparsi e non c’è che l’imbarazzo della scelta: costumi semi interi, multicolor, dalle stampe bizzarre, tankini,…

Sono pronta a scommettere che diventeranno il nuovo capo feticcio delle giovanissime e delle ragazze “fru fru” i costumini tutti rouches e fiori firmati Guia La Bruna (http://www.guialabruna.com/). Freschi e divertenti sanno comunque esprimere una grande femminilità grazie agli inserti di pizzo che ammiccano quale là che spesso li fanno assomigliare ad un intimo dal gusto retrò e vagamente bucolico. Per le ragazze più peperine e spigliate ci sono i bikini sbarazzini di Free People (http://www.freepeople.com/index.cfm): colorati, eccentrici e dal chiaro mood Seventy’s abbinano pois, righe e stampe differenti in un mix decisamente frizzante, proprio come la brezza marina.

Per chi non vuole passare inosservata ci sono gli iperfemminili costumi firmati Panos Emporio (http://www.panos.com) nei seducenti toni del rosso, del nero o negli scintillanti bronzo, oro o argento per risplendere come una dea greca ed esaltare l’abbronzatura. Ma tra il repertorio della maison scandinava si possono trovare anche sfiziosi due pezzi, bikini dalla linea classica e anche swimsuit e skirt copricostume…ce n’è per tutti i gusti.

E poi ci sono le proposte di Parah (www.parah.it/) un classico del settore. Ottimi materiali e vestibilità, ogni donna si sentirà protagonista assoluta del lungomare. Quest’anno spiccano le stampe animalier vivacizzate da colori caldi e forti ma che non perdono il gusto selvaggio.

victoriaMenzione d’onore va poi al celebre marchio Victoria’s Secret (www.victoriassecret.com ): se già le donne di mezzo mondo impazziscono per la linea di lingerie, la moda mare non è da meno e come al solito è pronta a dettare tendenza. E già, perché se sulle passerelle abbiamo visto il prepotente ritorno degli anni ’50 il beachwear che ripropone richiama le stesse linee (vedi il due pezzi con vita alta e taschine come il più classico dei tailleur indossato dalle signore di classe di quegli anni). Victoria’s Secret non è solo questo: non mancano push up e imbottiture strategiche pronte a trasformare una ragazza comune in una seducente pin up.

moda mare 2008Vera novità di stagione rimane però il quadranga, evoluzione del normale tanga, come intuibile dal nome. In realtà poi così nuovo non è, se ne era già vociferato qualche anno fa, ma è quest’anno che c’è stato il boom di richieste, prime tra tutte le chicas spagnole che hanno perso la testa per questo stravagante indumento (a dirla tutta lo trovo abbastanza orripilante…e non sembra nemmeno il massimo della comodità, ma come si suol dire “de gustibus non disputandum est”).

E se proprio non avete trovato nulla che vi soddisfi potrete sempre ricorrere al bikini body painted, almeno sarete sicure di indossare qualcosa che vi piaccia…a pelle.

Quest’estate siamo sicure di andare al mare o non piuttosto ad una sessione fuori porta del Fashion Week? Perché se durante l’inverno qualche defaillance è permessa, sulla spiaggia non ci sono sconti: è una dura guerra all’ultimo bikini pur di conquistare il titolo di regina d’estate…e nessuna vuole arrivare seconda.

di Ginger