Si parla di latte crudo a Pollenzo con Slow Food

gennaio 21, 2009 in Enogastronomia da Cinzia Modena

Università di PollenzoSlow Food e l’università di Pollenzo fanno il punto su un tema d’attualità: il latte crudo ed i distributori automatici. Verranno presentati quali sono i vantaggi ed i pericoli di questa forma di erogazione di quello che è, nella mente di noi tutti, uno degli alimenti più sani e che ha accomapagnato tanti momenti della nostra infanzia.

Il latte è un alimento importante nella dieta umana da sempre. Essendo tanta la domanda, il giro d’affari che sta dietro alla distribuzione è altissimo. dagli anni ’80 e ’90 si è anche registrata un’ampia offerta di varietà di tipi di latte. In questi ultimi anni, inoltre, sta crescendo il consumo di latte crudo: in poco tempo sono stati collocati in Italia oltre 1100 erogatori. A fronte di questo tipo di consumo non sono mancate le polemiche.

Il convegno Latte: la cruda verità si pone l’obiettivo di fare luce sul latte crudo, evidenziandone aspetti positivi e criticità, capire cosa c’è dietro questi duri attacchi, dare semplici informazioni al consumatore. Il latte crudo, i suoi vantaggi, i suoi pericoli. L’incontro è organizzato da Slow Food Italia e dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e sarà tenuto mercoledì 28 gennaio a partire dalle ore 9,30 presso la sede piemontese dell’ateneo (Aula Magna, Cascina Albertina, Via Amedeo di Savoia 8, Pollenzo – Bra).

Il consumatore ha bisogno di informazioni scientificamente corrette e chiare sui benefici a livello nutrizionale e i potenziali rischi del latte non pastorizzato. Per il produttore si tratta di una risorsa importante per l’economia dell’azienda, e, dopo l’introduzione dei dispenser, un’entrata diretta non gestita da intermediari che fa risparmiare anche i consumatori.

Il convegno, al quale intervengono ricercatori, nutrizionisti, produttori ed esperti del settore, è introdotto da Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia. Partecipano, tra gli altri, Roberto Rubino, ricercatore del CRA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura), Giorgio Calabrese, docente di Nutrizione Umana presso l’Università di Torino e Nino Andena, presidente dell’Associazione Italiana Allevatori.

INFORMAZIONI

“Latte: la cruda verità”

Slow Food Italia e Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo a convegno sul latte crudo:

vantaggi, pericoli e il punto sulla recente polemica sui distributori automatici

Mercoledì 28 gennaio, ore 9,30

Aula Magna dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

PROGRAMMA

9,30

Apertura dei lavori e saluto al pubblico di Roberto Burdese, presidente Slow Food Italia

10 – 11,40

Roberta Lodi, responsabile della sede di Milano del CNR – ISPA (Istituto di Scienze delle Produzioni Animali)

Roberto Rubino, ricercatore CRA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura)

Jean Claude Le Jaouen, giornalista, esperto del settore lattiero-caseario (Francia)

MILK BREAK

12- 13,30

Giorgio Calabrese, docente di Nutrizione Umana, Università di Torino

Nino Andena, presidente Associazione Italiana Allevatori

E’ stato invitato un rappresentante del Ministero per la Salute.

Modera Cinzia Scaffi, direttore del Centro Studi di Slow Food.

di Cinzia Modena