Si lotta per un posto in C2

gennaio 5, 2002 in Sport da Redazione

E’ iniziato un nuovo anno. Sarà una di quelle annate decisive per il calcio e non solo. In primo luogo sarà tempo di mondiali, con tutto ciò che ne consegue. Non dimentichiamoci poi l’arrivo di una nuova moneta che rivoluzionerà un po’ tutto. E’ un periodo particolare questo, anche per il movimento dilettantistico canavesano. L’anno che sta iniziando potrebbe infatti assumere connotati storici per la nostra florida provincia. E’ tempo di feste, è vero, ma l’intensa attività di Ivrea e Canavese non si è fermata. Sarà perché le ritroviamo entrambe in lotta per un posto in C2, ma fa un certo effetto constatare, come da qui a Maggio, si profili una lotta infinita dal sapore di Derby.

L’Ivrea di Iacolino sta vivendo infatti un momento magico. Anche se manca una giornata, Zucco e compagni, chiuderanno in testa il girone di andata, grazie alla sofferta, ma pesantissima, vittoria di 10 giorni fa con la Sanremese. In questo senso ha dato segnali confortanti anche la bella prestazione del 30 Dicembre nell’ amichevole con la Biellesese. Per gli eporediesi poi, domenica arriverà una tappa cruciale sul campo della nobile decaduta Derthona.

Decisamente più amaro è stato il Natale in casa Canavese, con il tecnico Frara ancora infuriato per il mancato rinvio della gara con il Valle d’Aosta, nel gelo di St Vincent. La sensazione è che la grinta rossoblù sia rimasta intatta. Tanto più che domenica dovrebbe rientrare Depaola nella partita casalinga contro il Voghera.

Insomma, Savona permettendo, questo 2002, potrebbe diventare storico anche per la provincia di Torino. Un area che sembra aver trovato mezzi tecnici ed economici, per poter finalmente puntare al professionismo.

di Paolo Robino