Settimana allo Juvarra

febbraio 18, 2003 in Spettacoli da Stefania Martini

33718(1)

Una delle compagnie più interessanti nel panorama del teatro di ricerca italiano approda sul palcoscenico del teatro Juvarra con due spettacoli. Nata nel 1979, grazie all’impegno di Alfonso Santagata, Claudio Morganti e Tullio Ortolani, l’Associazione Culturale Katzenmacher in questi 24 anni di attività ha prodotto 28 spettacoli teatrali, oltre ad aver collaborato anche alla realizzazione di cortometraggi e medio-metraggi per il cinema e la televisione.

L’impegno e la portata del lavoro svolto dalla Compagnia vengono sottolineati nel corso degli anni da riconoscimenti ufficiali diversi, tra i quali il Premio della Critica e il Premio UBU allo spettacolo “Il Calapranzi” (1984); il Premio UBU 1995 per la ricerca shakespeariana agli spettacoli “Terra sventrata” e “Polveri”; per “Petito Strenge” (1996), ideato e diretto da Alfonso Santagata, hanno ricevuto il Premio UBU 1997 Massimiliano Speziani e Giuseppe Battistoni.

Martedì 18 e mercoledì 19 sarà di scena Isaia l’irriducibile scritto, diretto ed interpretato da Alfonso Santagata e allestito dalla Compagnia Katzenmacher nel 2000: ancora una volta viene proposta una sfida fra voce e musica, in un appassionante dialogo ricco di contrasti. Santagata prende spunto dalle parole visionarie del profeta Isaia per compiere un viaggio nei meandri tortuosi dell’arte dell’attore, con la complicità del violinista Blaine L. Reininger, membro del mitico gruppo musicale “Tuxedomoon” e dell’attore Johnny Lodi.

Il regista propone un interessante parallelo tra il profeta e l’attore: Il profeta, visionario interprete del mistero e sfigurato conoscitore dell’ignoto, come l’attore, ripete la rivelazione senza mai stancarsi e combatte con la voce e con il corpo fino allo sfinimento. Il profeta rivela che Dio è il bene e il male, scatenando l’urto tra la natura e l’uomo, il ‘tragico’. Tra la luce e le tenebre non c’è crepuscolo – un bianco accecante e un nero spaventoso – nessuna mediazione.

Da venerdì 21, invece, verrà presentato lo spettacolo SE TUJUR LA NUÌ, una delle proposte più interessanti apparse nel 2002. Questo allestimento è frutto della riscrittura, adattata al palcoscenico, di una prima versione pensata per quindici attori e proposta, in forma itinerante, prima a Siena, nel maggio 2001 presso l’ospedale psichiatrico e poi al Festival di Santarcangelo (luglio 2001), all’interno di una ex colonia fascista degli anni 30, fra camere affollate di materassi, letti, oggetti notturni, sogni, incubi, amore, nascita, morte.

Il protagonista è Renè, impersonato dallo stesso Santagata: Renè svolge un lavoro notturno impegnativo e di responsabilità poiché è alla centralina telefonica per chiamate urgenti, un lavoro che non si può definire normale, il giorno dorme e la notte lavora. Di se stesso dice continuamente non saprei cosa fare di giorno, meno male che questo lavoro mi permette di dormirci sopra. Sulla stessa scrivania c’è un altro telefono, quello di un albergo a ore: è il secondo lavoro di Renè, che presidia la disponibilità delle camere.

Renè è un documentarista dell’amore; ha installato nelle camere del suo albergo telecamere per catturare momenti intimi dell’amore.

Fra una chiamata di emergenza ed una chiamata per le camere dell’albergo a ore arriva, per le sue sedute terapeutiche, Nino, che ha perso la memoria in un incidente stradale; poi Tony, fratello di Renè, impegnato nella ricerca di Rocco, sparito da 5 mesi e la madre dei due che torna continuamente a vigilare il suo nucleo familiare.

Un microcosmo di cellule impazzite, paradosso possibile della vita che ci circonda, impegnate alle ore 21:00 a recitare la loro commedia nera.

Isaia l’irriducibile

18 e 19 Febbraio, ore 20.45.

SE TUJUR LA NUÌ

Dal 21 al 23 Febbraio, ore 20.45.

Teatro Juvarra, via Juvarra 15 – Torino.

Tel. 011/ 540675 – Fax 011/5175084.

Incontro con la Compagnia Katzenmacher Documenti di lavoro

Giovedì 20 Febbraio, ore 17.

Cafè Procope, via Juvarra 15 – Torino.

Tel. 011/ 540675 – Fax 011/5175084.

di Stefania Martini