Sei Brillanti/Giornaliste Novecento

gennaio 7, 2008 in Spettacoli da Gabriella Grea

Paolo PoliIpocrisia e Mediocrità: Accesso Negato.

Arguto e Graffiante: Benvenuto a Teatro.

Paolo Poli maestro di scena ti accoglie in sala, ti consente di accedere al suo spettacolo.

Se vuoi goderne appieno lascia in guardaroba il falso perbenismo borghese e bigotto, consenti alle staffilate sagaci dell’attore di attraversarti i pensieri indeboliti dal gozzoviglio festivo.

Di decennio in decennio la miseria umana resta ieratica: il progresso ne trasforma le manifestazioni, ma non l’essenza.

Donne, uomini e … (terzo sesso!!) sono sempre ugualmente soggiogati dai vizi capitali e non si risparmiano alcuna meschineria per soddisfare le proprie pulsioni.

Dalla fantasia di Paolo Poli, attraverso le caricature di sei giornaliste italiane del Novecento, prende corpo l’irriverente berlina del perbenismo familiare, del rigore clericale, della miseria concreta e intellettuale di molte famiglie italiane nel dopoguerra e negli anni settanta.

Famiglie “bene” – come si dice a Torino- per nulla estranee alle sozzure dell’ignoranza di massa.

Ecco quindi i cortigiani della gola e dell’accidia senza distinzione di classe che vanno festosi a braccetto azzoppandosi l’un l’altro.

Paolo Poli è 1, 1 , 100 voci e le sue mani sono le ali della colomba del prestigiatore che non castiga – come i comici neocensori tnolto di moda ultimamente- ma trasporta con levità sul tappeto volante dell’ironia e del sarcasmo.

Da elegante maestro qual è non calca le scene in tracotante solitudine, ma divide il palco con i suoi collaboratori e con le scenografie di Emanuele Luzzati, fondamentali coprimarie nello svolgimento dello spettacolo; con nostalgia riconosciamo l’illustratore del Corrierino dei Piccoli tra i giganti della pittura del XX secolo.

Così tra siparietti, canzoncine e monologhi pungenti salutiamo questo graditissimo ospite della città confortandolo: almeno i suoi spettatori sorridono benevolenti al diavolo e alla perversione, diffidando da moralismo e confessione.

SEI BRILLANTI / Giornaliste Novecento

interpretato e diretto da Paolo Poli

e con Luca Altavilla, Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco

scene Emanuele Luzzati

scenografia L’Atelier

luci Francesco Barbagli

costumi Santuzza Calì

Produzioni teatrali Paolo Poli – Associazione Culturale

Fino al 09/01/2008 al Teatro Gobetti

di Gabriella grea