Sampdoria-Juve 1-0 : Tagliatele la testa !

marzo 22, 2010 in Sport da Tomas

pagelle

Forse nemmeno decapitando ogni singolo giocatore bianconero verrebbero risolti tutti i problemi di questa squadra. Quale sarebbe poi il primo da portare sul patibolo, anche la Regina di Cuori del Paese delle Meraviglie di Alice avrebbe qualche problema nella scelta. Di sicuro molte responsabilità nella sconfitta di Marassi vanno imputate a Chimenti ma, essendo lui il terzo dei portieri, probabilmente la sfortuna a braccetto con la preparazione atletica e forse anche i campi di Vinovo ci han messo del loro per rendere così incredibile questa stagione sciagurata. Dopo l’ eliminazione dalla Champions sono arrivate una serie di partite incredibili che han pregiudicato la lotta per la vetta della classifica, ora la società spera che l’ imprevedibile rimonta del Fulham, oltre a eliminare i bianconeri dall’ Europa non pregiudichi la corsa all’ ultimo posto Champions in classifica, quel quarto posto che il Palermo ora vede insidiato proprio dalla Sampdoria di Cassano, rientrato in tempo per sostituire l’ infortunato Pozzi, segnare il goal vittoria, permettere a Del Neri di vincere per la prima volta in carriera contro la Juventus e portare i blucerchiati a lottare nuovamente per la Champions. Ma ormai quest’ annata concede una interminabile serie di risultati da record negativi, in cui nemmeno una gara che normalmente sarebbe terminata a reti inviolate può dare la certezza di terminare senza che i bianconeri subiscano goal. Qualcuno comincia forse a contare i giorni alla fine di questa annata inguardabile, sperando che i risultati arrivino da soli e che la dea bendata la smetta di voltare le spalle alla Vecchia Signora. Qualcuno, tra i tifosi, comincia invece a sperare che l’ annata finisca nel peggiore dei modi, proprio per azzerare la rosa, allontanando quei giocatori fatalisti che non danno o non riescono a dare tutto per raggiungere ormai l’ unico obiettivo stagionale. Ora le contendenti cominciano però ad esser troppe e le giornate son sempre meno. Giovedì sera tocca al Napoli al San Paolo.

  • Queste le squadre che son scese in campo:

    SAMPDORIA (4-4-2): Storari, Zauri, Gastaldello, Lucchini, Ziegler, Semioli, Palombo, Poli (26’st Tissone), Guberti (8’st Mannini), Cassano (36’st Testardi), Pazzini.

    A disposizione: M Cassano, Accardi, Rossi, Scepovic.

    All. Del Neri.

    JUVENTUS (4-3-1-2): Chimenti 4; Zebina 6, Cannavaro 6.5, Legrottaglie 5.5, Grosso 5, Marchisio 5.5 (30’st Candreva 5.5), Sissoko 5, Poulsen 6, Diego 5.5 (39’st Camoranesi s.v.), Del Piero 5.5, Iaquinta 5 (10’st Trezeguet 5.5).

    A disposizione: Pinsoglio, Chiellini, Salihamdzic, Felipe Melo.

    All Zaccheroni.

    RETI: 32’st Cassano.

  • La partita

    Nel primo tempo l’ unico tiro nello specchio dei bianconeri è di Cannavaro di testa su calcio d’ angolo, ma la conclusione è troppo centrale per infastidire Storari. Al 5° la partita inizia con Diego che tenta il tiro, deviato in angolo, poi la Samp ci prova all’ 11° con un cross dalla destra di Pazzini per Cassano, che tutto solo davanti a Chimenti sbaglia l’ aggancio difficile. Due minuti dopo Diego serve Del Piero con un pallonetto ma Storari in tuffo anticipa il numero 10. Al 23° è un lancio di Poulsen per Iaquinta, l’ occasione più grossa dei bianconeri, ma il centravanti tornato disponibile da poco, controllo in corsa e poi ciabatta il pallone debolmente fuori dallo specchio permettendo addirittura il recupero di Storari. Al 35° Marchisio sulla linea allontana la conclusione di testa di Cassano su calcio d’ angolo, su assist di testa di Lucchini. Due minuti dopo l’ unico tiro bianconero con Cannavaro su calcio d’ angolo. Al 41° Pazzini controlla al limite dell’ area sulla destra e tenta il tiro a giro, ma Chimenti blocca facilmente. Al 42° occasione per Cassano sulla sinistra, solo davanti a Chimenti fallisce il pallonetto facendosi chiudere lo specchio dal portiere bianconero. Nel secondo tempo i bianconeri si fanno vedere dalle parti di Storari solo nei primi venti minuti, prima con un tentativo di Del Piero servito da Diego finito di poco alto sopra la traversa, e poi su calcio d’ angolo dove Legrottaglie svetta di testa e poi Storari sventa l’ intervento tentato da Cannavaro in rovesciata. Al 20° Pazzini cicca il pallone tutto solo in area ed al 28° Gastaldello in tuffo su calcio d’ angolo impegna Chimenti. Deve pensarci così Cassano al 32° con un tentativo dalla distanza a beffare il portiere bianconero, che indietreggiando non riesce a respingere una palla che non sembrava così difficile. Un goal che taglia le gambe ai bianconeri, finora per niente pericolosi in attacco, e che potrebbero subire il raddoppio blucerchiato, prima con un tiro di Mannini dal limite che Chimenti manda in angolo e poi con il giovanissimo Testardi, gran tiro tolto da sotto la traversa dal terzo portiere juventino. Sconfitta che brucia per i bianconeri, ora superati in classifica proprio dalla squadra di Del Neri. Ma almeno negli scontri diretti sono in vantaggio.

  • Classifica primi posti

    classifica

    L’ Inter continua a non vincere, ma il Milan la grazia pareggiando contro il Napoli. La Roma battendo l’ Udinese si riporta a 4 punti dalla vetta. Ed ora, dopo il turno infrasettimanale sarà scontro diretto tra giallorossi e nerazzurri.

    Per commenti, consigli, opinioni scrivi a : Tomas .

    di Tomas