Ricette d’Amore e laboratori a Chivasso

novembre 10, 2009 in Enogastronomia da Redazione

Ricette dSi terranno laboratori di cucina e nutrizione familiare dal 27 novembre 2009 fino al 5 febbraio 2010 a Chivasso, Torino. Si tratta di una serie d’incontri e laboratori attivi di cucina del benessere, aperti alla popolazione che vedono il cibo come protagonista, quale elemento di cura della relazione e veicolo di benessere fisico affettivo dei bambini accolti nelle case delle famiglie affidatarie, ma aperto a tutti e di stimolo per genitori e figli, perché la cucina è culla di relazioni ed emozioni.

Chef Kumalé curerà una nuova sezione per la Campagna d’informazione e promozione dell’affido familiare organizzata dal CISS di Chivasso dell’ASL 9, insieme ad alcuni validi professionisti.

  • Seminari

    Uno spazio di confronto con esperti dell’alimentazione e della pedagogia. Crescere sani vuol dire alimentarsi bene, con la giusta combinazione di tutti gli alimenti e con un buon rapporto col cibo, spesso invece specchio di difficoltà e rifiuti. I nutrizionisti saranno a disposizione delle famiglie per fare un percorso di responsabilità e consapevolezza alimentare, e gli psicologi risponderanno alle domande e daranno un quadro di riferimento dei nutrimenti affettivi ed educativi, con particolare attenziione alle dinamiche famigliari con bambini in affido.

  • Laboratorio di cucina

    Sono tante e varie le componenti che occorre assicurare per la crescita di un bambino, sono tanti e vari gli ingredienti della cucina dello chef Kumalè (www.ilgastronomade.com) che da sempre fa della varietà e della curiosità un tratto distintivo della sua visione culinaria. La tradizione delle ricette nostrane incontra nuovi sapori e profumi che dal mondo arrivano qui: anche questa è una forma di ascolto e dialogo, con una sapiente misura di connubi, sperimentazioni, libertà e rispetto di regole.

    Non molto diverso dall’incontro tra identità diverse in una famiglia, con i suoi mix di bisogni, gusti, desideri. Come ogni laboratorio che si rispetti, anche il nostro sarà quindi spazio di esperimenti, confronti, ricerche e soprattutto scoperte. Di piccoli trucchi, di gustose ricette, di come possa essere piacevole prendersi cura dell’altro anche attraverso un’alimentazione sana e insieme golosa, condita dal piacere di stare insieme.

    Adulti e bambini saranno coinvolti nella preparazione ed elaborazione dei piatti: sotto la guida dello Chef Kumalè si esploreranno menù sfiziosi, veloci, equilibrati da gustare insieme a fine serata.

    Talk food

  • Venerdì 27 novembre ore 21.00

    Il mondo a tavola, tra integrazione e sviluppo, globalizzazione e decrescita

    a cura di Vittorio Castellani aka Chef Kumalé, giornalista “gastronomade”

    In una società multietnica e in un mondo globalizzato convivono gusti e stili di alimentazione molto diversi tra le culture che ci circondano. L’intento è quello di conoscerle insieme attraverso l’esperienza di un “gastronomade”. Il mondo è presente anche nel cibo che consumiamo ogni giorno, dalle verdure di casa nostra alle Pere che arrivano dall’Argentina del supermercato. Come pensare a noi stessi, agli altri ed al futuro del pianeta, integrandoci con le altre culture, attraverso il cibo?

  • Venerdì 11 dicembre ore 21.00

    Mangiare bene (e con gusto) per crescere meglio

    a cura di Serafina Petrocca, nutrizionista, specialista in Scienza dell’Alimentazione

    Chi sospetterebbe che i cosiddetti ” grassi vegetali”, che abbondano in tante merendine sono più dannosi di qualsiasi grasso animale? Chi non è fermamente convinto che la carne sia l’alimento più ricco di ferro? Questi e tanti altri falsi luoghi comuni verranno chiariti nel corso della serata insieme ai grandi cambiamenti alimentari che la nostra alimentazione ha subito negli ultimi 50 anni. Mangiar bene non significa privarsi del piacere del cibo, ma occorre imparare ad utilizzarlo meglio, senza mai dimenticare l’ingrediente più importante: il gusto!

  • Venerdì 22 gennaio ore 21.00

    Il piacere della sensorialità: cibo & affetti

    a cura di Fabiana Bardi, psicologa, psicoterapeuta e counselor di mediazione corporea

    Il valore affettivo del rito quotidiano della preparazione e della degustazione del cibo. L’affinamento della sensorialità quale requisito indispensabile per veicolare non solo il piacere ma anche la consapevolezza di sé e gli affetti. Esperienza guidata: l’essenza della soddisfazione. Conclusione: il piacere della condivisione.

    Officine gastronomiche

    Ciclo di tre laboratori tematici interattivi, con preparazione di piatti e degustazione. I laboratori sono rivolti a genitori con figli in età scolare (scuole elementari)

  • Venerdì 4 dicembre ore 19.00

    Officine Gastronomiche Multietniche


    a cura di Vittorio Castellani aka Chef Kumalé e Giorgio Massanova, panettiere per passione

    Il piacere di conoscersi attraverso il cibo. Il nostro cibo e quello degli altri: prepariamo e degustiamo insieme ai nostri figli couscous, pane e pizzette fatti in casa con le nostre mani.

  • Venerdì 15 gennaio ore 19.00

    Mangiare bene per crescere meglio: laboratorio


    a cura di Serafina Petrocca

    Verranno preparati insieme a genitori e figli dolci indicati per una buona colazione ed una sana merenda senza l’uso di grassi animali ed eccessive quantità di zucchero.

  • Venerdì 5 febbraio ore 19.00

    I sensi e il cuore


    a cura di Fabiana Bardi

    Sperimentazione pratica di applicazione della consapevolezza sensoriale sottile e della comunicazione affettiva nella condivisione della preparazione e della degustazione del cibo.

    Informazioni utili

    Per ricevere maggiori informazioni si può chimare il C.I.S.S.: +39 3480950102, dalle ore 9 alle ore 12,30.

    Gli incontri di Talk food sono gratuiti e a libero accesso.

    È necessario iscriversi il 27/11 al primo incontro di Talk food e sono disponibili 15 posti per adulti e 15 bambini.

    Sede: Centro Anziani, Via Paleologi 25, Chivasso (TO)

    I laboratori delle Officine gastronomiche sono gratuiti.

    di Redazione