Ragazze: avanti tutta!

luglio 2, 2002 in Sport da Redazione

Sono le otto del mattino quando le atlete della New Star giungono sul diamante di via Suppo, piove il campo è in condizioni disastrose appare a tutti riuscire a disputare gli incontri odierni con il Nuoro.

Arrivano gli arbitri, prendono visione dello stato del campo, e chiedono ai dirigenti della New Star di fare il possibile per mettere il campo in condizioni per poter comunque disputare gli incontri.

L’impresa sembra impossibile data la quantità d’acqua presente sul campo ma atlete e dirigenti della New Star sono ormai abituate ad affrontare situazioni difficili e soprattutto, dopo un inizio di campionato giocato quasi tutto in trasferta, non ci stanno proprio a rinviare ulteriormente quest’occasione di giocare di fronte al proprio pubblico.

E qui le atlete della New Star, armate di secchi, pale, rastrelli e segatura vincono la prima partita della giornata mettendo il campo in condizioni praticabili; un pre-game con pale, rastrelli, secchi e spazzoloni non è il massimo per una squadra di softball appesantisce braccia e gambe non mette certo nelle condizioni migliori per entrare in campo. A mezzogiorno si va finalmente in campo per giocare a softball.

Angi Mussa non è riuscita evidentemente a riscaldarsi al meglio e manda in base i primi due battitori del Nuoro, viene subito rilevata da Serena Perizzolo che affronta subito un battitore molto pericoloso che porta il nome di Claudia Petracchi (una frequentatrice di diamanti nazionali e non solo da vecchia data), la battuta della Petracchi si indirizza verso Sara Morello e l’esterno aviglianese ottiene il primo out con una presa al volo.

Nel box di battuta si presenta il ricevitore nuorese Fantetti, un’altra mazza caliente del line up sardo, ottiene un doppio che porta a casa due punti, la Sulis viene eliminata da una presa al volo di Donatella Vallino e Sandra Forni elimina con una assistenza in prima la Mancini.

Cristina Arturi è il primo battitore a presentarsi nel box per la New Star, il suo bunt di sorpresa sorprende davvero la difesa nuorese, Donatella Vallino spinge in seconda con la sua valida; due valide con i primi due battitori contro Claudia Petracchi non è una cosa di tutti i giorni e ora non bisogna assolutamente sprecare l’occasione.

Non bisognava sprecare, purtroppo la difesa nuorese si riprende subito ottenendo tre eliminazioni al volo consecutive.

Il secondo inning si apre con un doppio di Luisa Rubano (anche frequentatrice di diamanti nazionali e internazionali da lunga data), poi Serena Perizzolo elimina al piatto la Disi ma subito dopo la Sanna conquista la prima base sfruttando un errore difensivo della New Star che consente anche alla Rubano di giungere in terza base; ma l’assistenza in prima della Perizzolo sul battitore successivo consente alla New Star di chiudere l’inning con un bel doppio gioco che si conclude con l’eliminazione a casa base di Luisa Rubano.

La Petracchi ottiene subito uno strike out e poi con due eliminazioni al volo le nuoresi riescono a concludere l’inning.

Al terzo inning un errore difensivo costa alla New Star il terzo punto; si apre ancora con un out al volo l’attacco aviglianese, poi dopo aver ottenuto uno strike out la Petracchi concede una base per ball a Donatella Vallino ma si riscatta subito con una assistenza in prima che elimina il ricevitore aviglianese Svampa.

Al quarto inning si mette subito in mostra la giovanissima Anna Arnodo che con una assistenza per la via 63 ottiene il primo out, tocca a Sandra Forni l’assistenza in prima (questa volta per la via 53) per il secondo out, va in prima base la Sanna e successivante, nel tentativo di rubare la seconda, deve fare i conti con Simone Svampa che con un gran tiro e la collaborazione dell’interbase Arnodo ottiene il terzo out.

Sara Morello apre il turno in battuta per la New Star con una linea raccolta purtroppo dal terza base nuorese, Angi Mussa batte valido sull’esterno sinistro e sul bunt della Perizzolo conquista la seconda base e successivamente su una palla persa dal ricevitore sardo giunge in terza base, Sandra Forni ha l’opportunità di battere a casa un punto ma viene eliminata in prima da una assistenza del terza base nuorese.

Nei successivi tre inning il Nuoro porta a casa altre tre punti mentre l’attacco della New Star non riesce più a reagire e l’incontro si conclude con il Nuoro vincente per 6 a zero.

Serena Perizzolo ha ottenuto 3 eliminazioni al piatto, non ha concesso basi per ball ed ha subito 7 valide; Claudia Petracchi ha ottenuto 3 eliminazioni al piatto, ha concesso una base per ball e subito quattro valide.

Un brevissimo riposo e si torna immediatamente in campo per consentire alle nuoresi di concludere in tempo utile per non perdere l’aereo che le riporterà in Sardegna.

I primi due inning sono all’insegna del grande equilibrio e sullo zero a zero si va alla prima parte del terzo inning.

E’ Anna Arnodo che ottiene il primo out per la New Star (ancora per la via 63), poi il primo battitore del line up sardo ottiene un valido, Sara Morello con un strepitosa presa al volo ottiene il secondo out, la Petracchi ottiene una base per ball e il valido della Fantetti spinge a casa il punto per il Nuoro, Angi Mussa assiste in prima sul battitore successivo e sull’uno a zero torna in battuta la New Star.

La Urzino viene eliminata al volo dal seconda base, Anna Arnodo ottiene una base per ball successivamente conquista la seconda base sfruttando un errore difensivo delle nuoresi su battuta della Arturi, ancora un errore per la difesa nuorese e la Vallino va a riempire le basi; si gioca a basi piene con un solo out, la difesa del Nuoro appare sottopressione, bisogna sfruttare la situazione ma evidentemente non è ancora giunta l’ora per New Star per portarsi in vantaggio.

Non concede nulla la difesa della New Star e chiude l’inning senza subire punti.

La New Star è consapevole di aver messo in difficoltà la capolista del campionato e ci prova con maggior convinzione, apre l’inning con un bel valido sull’esterno centro Angi Mussa, arriva in terza sul bunt di Sandra Forni che porta la difesa nuorese all’errore, con corridore in seconda e terza il manager del Nuoro decide per la base intenzionale a Serena Perizzolo; un errore del seconda base consente alla Mussa di giungere a casa basa.

Anna Arnodo va in battuta con le basi piene e zero out batte valido tra l’esterno centro e l’esterno destro e sono altri due punti per la New Star, il quarto punto entra con la Urzino su una volta di sacrificio della Vallino.

Quattro a uno per la New Star, il quinto inning si chiude sullo zero a zero.

Provano a reagire le nuoresi e su un valido della Disi ottengono con la Mancini il punto del quattro a due.

Può ancora accadere di tutto, la New Star ne è consapevole e grazie ai singoli della Urzino e della Vallino e al triplo della Svampa conquista altri tre punti.

Sette a due per la New Star e si va a difendere il vantaggio nel settimo inning.

Un’assistenza di Angi Mussa in prima, una eliminazione al piatto e Sara Morello ottiene ancora al volo l’out che conclude l’incontro e determina la prima sconfitta in campionato per il Nuoro.

Il team di Marzia Piantino acquista man mano consapevolezza delle proprie potenzialità e dimostra sul campo di avere le potenzialità per battersi alla pari con tutte le avversarie di questo campionato.

La vittoria sul Nuoro è una vittoria pesante non solo per il morale ma anche per la classifica perché consente alla New Star di raggiungere in classifica il Marchino che a Bologna ha subito due sconfitte.

Domenica il calendario assegna alla New Star un turno di riposo e poi gli impegni della Nazionale interrompono il campionato fino al 25 Agosto quando sul diamante di Avigliana arriva quel Rimini che insieme a Nuoro e Bologna è una delle pretendenti ad un posto nei play-off per la promozione in A1.

Questa lunga pausa peserà sicuramente sul rendimento di tutte le squadre ma sicuramente interrompe il buon momento della New Star e i tec
nici aviglianesi dovranno superarsi per mantenere alta la concetrazione, la condizione fisica e la voglia di proseguire positivamente questo primo campionato in A2.

di Fabio Granaro